En Attendant (data di scrittura 6 marzo 006)

…Godot o chi per esso. Anzi, en attendant che i miei capelli smettano di darmi la parvenza di un asparago in shock anafilattico… hanno ricominciato a dividersi in mezzo, addio speranze!  Non si sono ancora allungati a sufficenza per darmi il look da Maddalena pentita, ma il sembiante di un vegetale non me lo toglie nessuno…
E dopo aver vuotato tre barattoli di pesto vecchio di… uhm… novembre, dicemebre, gennaio, febbraio, marzo… cinque mesi, sento in me che mi vien male… Per di più si prospetta per domani una di quelle giornate campali e che ti viene da dire I don’t wanna die, sometimes I wish I’d never be born at all! Scusate la citazione, ma quando ci vuole, ci vuole. Mi verrebbe da andare da Bario Draga, Ottuagenario Rinfanciullito&c e dirgli: “ma voi siete tanto cani, senza amor né civiltà!” E non è il caso che mi si risponda:
è stata tua la colpa e allora adesso che vuoi?
Se diventata proprio come uno di noi
E come rimpiangi quei giorni in cui eri
un liceale senza fili
e invece adesso i fili ce li hai!!  

Che vezzo, mi è pure venuto l’enjambement… e Draga che risponde: “No, il collegio è preparato!! No, il collegio è pronto già!”
Solite situazione da operetta in cui mio malgrado (sicura, proprio tuo malgrado?) mi vado a cacciare. Mi ricorda una frase della mitica Rowling: “Non sono io che vado in cerca di guai, sono loro che trovano me”
(Se vado avanti così, altro che violazioni del copyright, avrò da pagare diritti d’autore per il resto della mia esistenza…)
La dolce compagna di stanza ha fatto ritorno, tant’é che l’irreale ordine che avevo creato ha avuto una subitanea tendenza a stati di minor energia… maledetta entropia, maledetti legami covalenti, maledetti autovettori, maldetto laboratorio… this god-forsaken life… is it all worth it? Is this the real life? Is this just fantasy? This is the only life for me, surround myself with my own fantasy… Bel medley, mi sentivo ispirata. Chi invece non trova l’ispirazione è il pover Acer, che delira a occhi rovesciati… if I could only reach you, maledetto Kernel (mio sinonimo per cognome), che poi non ti chiamassi come il caro Ker f delle applicazioni lineari… uh, algebra lineare… uh, la Balda… uh, domani sotto trorchio 14 ore… Non è mio costume essere superstiziosa o credere ai presagi, ma l’ultima volta che la cara WiFi si è impallata, era prima dell’esame di chimica… e tutti sappiamo come andò a finire l’esame di chimica. Certo, non sarà un’eschilea acquila che viene morsicata mentre porta un serpente fra le zampe e muore sugli altari dei Persiani, ma io non sono un tragediografo greco, al massimo la reincarnazione di Aristofane o Da Ponte… e allora perché non hai fatto lettere, o grecio culaperto? Uh, il greco… uh, la Ricci… uh, il regio… uh, la Sau… troppi ricordi, basta! I’m just the pieces of the man I used to be… perché un essere umanoide dovrebbe farsi pensando: “Se sono sopravvissuta a cinque anni di Sau, vuoi che siano sei mesi di Balda a fermarmi?” No one’s gonna stop me now… mai e poi mai back to the old days, of bliss (????) and cheerful laughters bhe, quelle sì, con la socia in affari le risate si facevano. Socia in affari che se l’è svignata alla gallica:
the other half ran away
taking all the cash
and leaving you with the lumber

Bene, ho appena dedotto, stando all’a me caro principio di induzione completa ora pro nobis che Queen+Linux fanno male. E non ci sono iotelavevodetto di sorta. Oggi gira così, domani spero proprio che non giri, anzi, temo che non ne avrà il tempo tra lezioelaboratoriocollegioincontracorso. Suona un po’ neolingua orwelliana, ma è il sunto della giornata di domani. E quando tocchi il letto dici: “Anche questa è fatta”. Molto Leopoldo II, sì, ma per essere onesti credo di essere rimasta a quell’epoca…. vi rispondo senza arcani che noi siamo assai lontani: io non uso fare pranzi, mangio sempre degli avanzi, non fo tosto a gran signori, tratto sempre servitori, me ne vado sempre a piè. E si finisce immancabilmente lì, come una buca di potenziale in cui le palline e le derivate rimbalzano, senza poter uscire: questo dunque… è un romanzetto!!! Vado a in tre salti a fare un conveniente complimento affinché tra noi segua un accomodamento per domani con l’altro fisico, nella speranza che sia giunto che il mal tempo non lo abbia ritardato… neanche fosse Grouchy sul campo di Ligny! Prendo commiato, riverisco tutti quanti, tempo è già di riposar….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: