Voli pindarici e Fisica 2

La canzone “Only time ” di Enya mi perseguita (assieme a quelle di Bennato “E’ stata tua la colpa” e “Dopo il liceo che potevo far”, ma per quelle c’è una’ltra ragione), ma credo che mi atterrò al testo. Only time…
Penso che dovrei pensare di meno, soprattutto dal dentista. Con le mani e gli occhi lontani da fili conduttori, spire, induttanze e magnetoni di Bohr, lascio che il cervello dia adito a penseri sconnessi. Intanto, credo che avere l’apparecchio faccia fèscion, dal momento che Orso ne vuole uno. E io, in questo istante, sono molto féscion, altro che, l’avevo come fiutato nell’aria. Sono dieci anni che aspetto questo momento… la coroncina di Miss Sorriso d’Acciaio è mia sicuramente … il risultato, ironia a parte, è il solito: staccherei volentieri le braccia a morsi a qualcuno… preferenze particolari? Le solite. Antonio Maria Crocefissa Assunta Annunziata in primis, in secundis… bhe, non saprei, la lista è lunga, ci sarebbe da spuntare il numero come al banco del prosciutto.
Analisi 2 (la rinascita) potrebbe tecnicamente andare peggio (mago Crisantemo docet), anzi, finché le dimostrazioni stanno alla porta e non entrano, l’orizzonte resta immacolato e privo di nubi. Fisica 2 (la genesi) è una disgrazia. Per la serie, il peccato originale da scontare in versione remix. Non ci sono le soluzioni di tutti gli esercizi. Quando ci sono o si tratta di stronzate a cui arriverebbe anche un nemertino, oppure sono sbagliate. Soluzione: errore al segmento di memoria. L’unica soluzione che la mente in corto circuito e surriscaldata (ho scoperto che il mio cervello è fatto di superconduttori) è riuscita a trovare è stata: telefoniamo a Winston. Ma poi un torrente di azoto liquido è penetrato fra i transistor in suppurazione e la meccanica quantistica applicata alle neuroscienze ha fatto il resto. Barva, Julie, telefona a Winston. Bella mossa, azzeccata, già. E lui, col suo solito sorriso angelico, risolverà i tuoi problemi, nevvero? Anzi, meglio: ti dirà che hai proprio ragione, che la soluzione era esattamente quella che pensavi tu. E poi, che altro? Oh, certo, vuoi che ti dica che a Capodanno non ha proprio niente da fare e che gli farebbe piacere venire da te. E che magari ti accompagna pure a Bologna, profondendosi in scuse per non averlo mai fatto prima, perché no? (Dal pubblico) Scusate, gli unicorni alati, i tappeti volanti, i valzer appassionati, i duelli all’ultimo sangue e i pic-nic nella plancia dell’Enterprise alla luce di Sirio quando arrivano? Vogliamo una sega mentale in piena regola!
La situazione realistica si costituirebbe, nell’assurdo che mi prendesse l’insana smania di telefonare, di tre opzioni:

1 – non c’è… bene, così salviamo almeno la faccia
2 – ti risponde Gecko, a cui tu non darai risposta
3 – peggio, ti ho detto peggio! E chi ha orecchie per intendere ha capito

Credo che per fisica me la sbrigherò da sola, come del resto ho sempre fatto. E per il resto, only time. Avrei dovuto mettere un biglietto nel libro, mentre glielo restituivo. Già, e pensandoci a posteriori che risate, sapendo che il libro è andato in prestito a Gogo. Grottesco, ma ci sarebbe stata materia per Mel Brooks. Basta, la mia mente da librettista mozartiano ci sta costruendo sopra una trama da opera buffa (“Voi senrtirete un caso assai bizzarro” “Che volesse maritarsi con me?”), anzi, credo che prima o poi scriverò un libretto… chissà che noh trovi chi me lo musichi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: