Io sono leggenda

Il titolo alternativo del post, già preparato ieri in caso di disastro ambientale, era “Io sono vunciume”, ma siccome non potete leggere il titolo attuale è quasi inutile che lo dica.

Dopo questa captatio malevolentiae, passiamo a raccontare la giornata più lunga, anzi, la mattinata che doveva terminare in gloria col mezzogiorno di fuoco.

Ore 6:50: lo Stato Maggiore si sveglia, pensando che la sveglia sia un segnalatore di decadimento beta a livello cosmico. Non è dato sapere cosa stesse sognando lo Stato Maggiore, ma si pensa che siano implicati “L’ultimo Samurai”, la materia oscura, lo Stato Maggiore quello vero, dei gluoni, Ishida Mistunari, un nucleo che decade non conservando la parità, diversi vertici di accoppiamento dei bosoni vettori, Tokugawa Ieyasu e il mediatore dell’interazione della forza unificata prevista dalla GUT. Quale sia il vero contenuto del sogno resta sconosciuto, ma come dice Lovecraft ci sono orrori che è giusto che non siano divulgati.

Ore 7:10: lo Stato Maggiore fa colazione in stato catatonico, pensando che il letto chiama ancora e rimuginando sulla grazie che è stata negata. L’Uomo Pera detto Shoggy pensa che ci siano esseri umani dotati dell’ubiquità (o bibiquità) e che Koris sia una di quelli. Come dice egli stesso, tutti fanno degli errori e anche questa volta si sbaglia di grosso. Lo Stato Maggiore si interroga e litiga con sé medesimo su come essere al cospetto di cotanto uomo entro le dodici. Ma ci sono ancora 5 ore e 50 minuti, può succedere di tutto.

Ore 7:35: lo Stato Maggiore calzato e vestito parte lancia in resta in groppa al destriero di alluminio più sporco che mai (tecniche di mimetismo anti punkabbestia) e si lancia alla volta del traffico mattutino. Nota coloristica il cestino in putrefazione, o decadimento per l’occasione, che deborda di una gigantiforme dispensa di astrofisica che Koris si era guadagnata ai suoi verd’anni all’osservatorio astronomico di Torino. La fida cavalcatura scattera a grande angolo nel traffico, in barba ai semafori e ai sensi unici. Sono come le masse degli elettroni: a grandi energie sono trascurabili. E in questo preciso istante Koris ha la quantità di moto di un GRB, per cui niente potrebbe fermarla.

Ore 7:55: il Dipartimento è in vista, ancora immerso in una solta di sonnolenta nebbiolina. Lo Stato Maggiore passa e ionizza l’aria come un elettrone in camera a bolle, da tanto la tensione cresce. L’aula è già aperta. E qui Koris teme il peggio. Ha circa una decina di eventi concatenati nella sola mattinata, non può permettersi ritardi in alcun modo. Ora dobbiamo ballare e non sbagliare nemmeno un passo, pensa lo Stato Maggiore, prendendo momentaneamente in prestito l’eloquio di Cersei Lannister. Fortunatamente sono solo Lucia e Cri, a cui Yaxara ha più volte implorato affinché le cedessero il primo posto del massacro. Benigne, loro hanno assecondato il cupio dissolvi dello Stato Maggiore (la cui temerarietà, follia e sprezzo del pericolo e della propria vita non sono più dubbi). Comincia la successione delle diverse fasi: il ripasso inutile, la pseudomeditazione ovvero svuota la mente dal lato maniaco-depressivo, il cazzeggio, il soffocamento dell’ansia.

Ore 9:10: entra il professore di subnucleare dal nome alliterante, ovvero il responsabile della dannazione neutrinica di Koris. Lo Stato Maggiore gli rivolge uno sguardo implorante che esprime un solo desiderio: “porta buone notizie”. E le notizie sono buone. 29,5 perché…
-… perché è un compito così ben fatto che non potevo non segnarti qualcosa. Comunque complimenti-
Koris si esibisce in un sorriso che può significare simultaneamente “Sì, tanto ti adoro lo stesso” e “Ma perché cazzo di motivo mi hai tolto mezzo punto?”. Il cazzo di motivo è il solito, ovvero lo Stato Maggiore si dimentica di girare gli scattering perché è un distratto cosmico.
-Però nella reazione g+g->g+g hai messo il vertice con quattro gluoni che non si ricorda mai nessuno, anzi non ho mai visto uno studente utilizzarlo…-
Koris valuta che non sia costruttivo dire che è l’unico vertice gluonico che si ricorda.
-E poi hai calcolato il rapporto di sezioni d’urto fra elettroni e quark in un modo non standard ma molto elegante-
Koris capisce che non è necessario svelargli che de facto se lo è inventato di sana pianta o quasi gridando mentalmente “o la va o la spacca”.

Ore 9:15: entra Bonsy. E qui sono uccelli senza zucchero, per usare una colorita espressione di U Babbu. Lo Stato Maggiore si è fatto i suoi conti, alla soglia minima di 15 non ci arriva. L’esercizio sull’isospin lo ha inventato di sana pianta. Ha chiuso gli occhi e copiato il Krane. Ad occhi chiusi, ovviamente, quindi meditate voi cosa ne è uscito. Vabbé, one day you’re the windshield, one day you’re the bug, bisogna piegarsi. Vorrà dire che lo ridaremo a settembre. Karma.
Consegnano i compiti. E accade il miracolo: 18/24. Si passa. L’esercizio sull’isospin ha preso 10 punti su 12. Il perché resta un mistero più fitto dei parametri liberi del modello standard. Aspettiamo che la GUT ci spieghi anche quello.

Ore 9:20: -Mancano i verbali, dobbiamo riardare un pochino-
Non esiste. È fuori discussione. Piuttosto verbalizzo fra un mese, ma devo dare questo esame e devo darlo entro mezzogiorno. Ho un’agenda fitta, io. Lo Stato Maggiore assume un’aria simil contrita e va ad implorare l’alliterante professore di subnucleare. Facciamola finita, venite tutti avanti.
-Va bene, vieni, al massimo verbalizziamo dopo-
Lo sguardo di Koris questa volta significa una sola cosa: “fa di me quello che vuoi, ma fallo in fretta”. Che detto così dà adito ai più arditi doppi sensi, ma lo Sato Maggiore, per quanto sensibile al fascino di chiunque abbia visto un bosone Z coi propri occhi, è a mille miglia da questi pensieri.
-Dunque, c’è questo processo che logicamente al primo ordine non può verificarsi, gluone più elettrone che va in fotone più elettrone, ma possiamo provare a vedere cosa ne esce all’ordine superiore-
Lo Stato Maggiore si arrampica sulla lavagna facendo le più ardite creazioni di coppia, annichilazioni, scattering, gluoni irraggiati, quark del mare, bolle di vuoto che si spaccano senza motivo apparenti. Arriva a un diagramma minimo minimo dell’ottavo ordine. Conclusione del ragionamento: no, non si può, ci vogliono altri gluoni.
-Bhe, possiamo provare a parlare dei flussi di colore, anche se so che non li abbiamo affrontati-
Koris ha il sospetto che aspettino lei per sfogare le più assurde perversioni. Lo Stato Maggiore si lancia quindi in un loop fermionico per confermare quello che già sospettava in partenza: per ottenere stati incolori, ovvero adroni, si deve partire da gluoni con i colori invertiti.
-Parliamo del mixing del quark nell’interazione debole e del decadimento del W reale in quark bottom-
Qui lo Stato Maggiore riesce a stupire sé stesso e tutti ricordandosi la matrice di Kobayashi-Maskawa a memoria, mettendo quindi un segnalino +1 sul suo livello di perversione in fisica subnucleare. Va poi in colpo critico riuscendo a citare la matrice di Maki-Nakagawa-Sakata-Pontecorvo per il mixing dei neutrini, residuo dei suoi vaneggiamenti serali sulla tesi.

Ore 10:20: lo Stato Maggiore è più sudore che carne umana, ma pare aver appena di litigare con un’energia nel centro di massa per la produzione di adroni.
-Va bene, basta così-
Parole soavi. Koris accenna un passo verso il banco su cui ha il progetto di collassare. Ma l’incantesimo si rompre nemmeno un secondo dopo.
-Anzi no, aspetta un attimo, deducimi l’espressione che hai appena scritto-
NO! Lo Stato Maggiore e la relatività sono mondi a parte. Esplodono se cerchi di coniugarlo. Yaxara è un oggetto quantistico, occhio. Ma non è nello stato mentale di negare niente, per cui si piega obbediente al volere.

Ore 10:35: atto secondo. Nucleare. Tocca fare un burst da supernova perché I want it all and I want it now.
-Vorrei parlare del decadimento beta e della trattazione che ne fece Fermi, se per lei va bene-
-Per me va bene, la interroperò qua e là per farle qualche domanda cattiva-
Koris surgela l’espressione di sbigottimento in un sorriso accomodante. E si lancia alla riscossa. Lo Stato Maggiore si salva in corner un paio di volte con argomenti che potrebbero anche essere fallaci ma convincenti, incrocia tutte le dita che ha e va avanti. Inventio ed elocutio fanno la parte loro.  Koris si sente idiota quando pensa che non sta considerando la nube elettronica, agghiaccia quando le chiedono l’espressione del campo magnetico e perché quest’utlimo sarebbe invariante per parità, recupera dal cestino un’espressione pignorandola da struttura della materia e perde altri dieci anni di vita. La densità di Koris si abbassa sempre di più.

Ore 11:25: fine del secondo massacro. E adesso comincia la seconda peroratio della giornata.
-Professore, per piacere, non è che potrebbe comunicarmi il voto al più presto?-
So che sono una tiranna schifosa e che impongo anche condizioni, ma devo partire alla riscossa sui viali.  E le lancette girano veloci verso mezzogiorno. Ascolta, più tempo non ho! Per completezza nei confronti del venerabile Lorenzo Da Ponte lo Stato Maggiore vorrebbe aggiungere altre cure più gravi di queste, altra brama quaggiù mi guidò, ma sarebbe una lurida menzogna, per cui lo Stato Maggiore tace.
I due confabulano. Koris espande al massimo le sue orecchie a sventola il più possibile, ma non riesce a captare alcunché. Alla fine il suo alliterante professore le domanda il libretto.
-Va bene, ma quanto mi date?-
Koris, cazzo, ti sembra questo il momento di metterti a trattare?!
-Trenta, ovviamente-
Lo Stato Maggiore vorrebbe rispondere “ovviamente un tubo”, ma dal diletto confusi ed attoniti si limita a firmare il verbale.
Risposto il libretto, va allo zaino ed estrae una sega elettrica. È il momento di andare a segare un po’ peri…

Ore 11:35: lo Stato Maggiore si presenta da Shoggy nelle vesti del suo peggiore incubo, ovvero lo studente che sorprende il professore a cazzeggiare al computer. Scena che passa per la mente di Koris:
-Uomo Pera, sono qui e reclamo la tua testa sulla mia picca!- brandendo una sega elettrica alla “American Psycho”.
Scena che accade realmente:
-Professore, scusi, sono la studentessa che la ha più volte importunata durante questi giorni…-
Koris è un verme e qualche volta pensa che dovrebbe mettersi a strisciare assieme a Shoggy.

Ore 11:40: -C’è un argomento da cui desideri partire?-
La nucleosintesi stellare! Io so a memoria il Krane e tu di nucleare non sai niente, tant’è che per te il principio di Pauli e quello di Heisenberg sono lo stesso.
Lo Stato Maggiore parte alla riscossa, citando il suo caro mediatore della forza fondamentale da 10^15 GeV e proseguendo verso la cosmologia. Shoggy/Pearman si dorme tutto il ciclo p-p per risvegliarsi solo a CNO inoltrato.
-Parliamo della morte delle stelle, poi delle Cefeidi, della materia oscura, del diagramma HR, del metodo di datazione degli ammassi…-

Ore 12:30: E sono ancora lì a darsi mazzate. Koris si sente Lewyn Martell alla battaglia del Tridente o Shima Sakon a Sekigahara o chiunque stia per essere sommerso dagli eventi, nonostante tutto. Sente la batteria andare a zero. Se fosse un personaggio di Final Fantasy VIII avrebbe l’HP in giallo. Sulla costante di Hubble getta la spugna.
-Suppongo che si misuri col redshift, ma adesso onestamente non ricordo quali siano le sue unità di misura-
-Deducile-
Stronzo.

Ore 12:35: l’Uomo Pera sostiene di aver fatto abbastanza lo Shoggy e tutto sommato non è nel suo stile succhiare via le teste e decide di farla finita.
-Ti darei trenta, se non ti fossi un po’ spenta verso la fine…-
Uomo Pera, ma tu qui ci sei venuto di tua spontanea volontà o stavi soltanto andando a fare in… ?
-Ventotto?-
“Ventotto… posso prendere trenta di questo esame, lo so. Se solo mi avessi concesso come ti avevo chiesto di lasciarmi al pomeriggio anziché subito dopo l’esame con due orali al presso di uno. Lo ridò a settembre. Tanto a settembre non c’è niente da… uh, no, ferma tutto! C’è LUI a settembre!!”
Tutto questo dura meno di un secondo e lo Stato Maggiore prenda la decisione con testuali parole:
-Tutto sommato penso che accetterò il ventotto-
Lo Stato Maggiore porge il libretto per l’impressione del voto accettato. L’Uomo Pera bercia fra sé e sé:
-Dunque, oggi è il venti e…-
-No, professore, oggi è il 17, come vede dall’esame alla riga sopra verbalizzato un’ora fa-
-Ah, hai fatto un esame un’ora fa?-
Al che il dubbio di Koris si conferma: ha usato tutte le mail che gli ha mandato come carta straccia.

Ore 13:00: lo Stato Maggiore sta annegando sé stesso nell’oblio di un gelato ciccolato fondente, bacio e fragola assieme a Marianna. Il crollo fisiologico sta arrivando, pensate come un materasso di piombo.
Ma la consapevolezza che la faticosa giornata è finita appaga. Come promesso, a settembre ne resterà uno solo!
Ora si aspetta di rimpatriare le spoglie mortali dello Stato Maggiore verso la West Coast col treno delle sei e mezza.

Ed al suon di lieta marcia
Corriam tutti a festeggiar!

Annunci

0 thoughts on “Io sono leggenda

  1. utente anonimo 17 luglio 2008 alle 19:11 Reply

    Complimenti per i voti e soprattutto per i 2 esami in meno di 4 ore…
    Giusto perchè sembra scontato ma sai che oltre e Tolkien e Adams apprezzo anche la musica operistica, tanto che ho studiato per anni canto lirico. I miei personaggi forti: la Susanna e la Despina…

    Mi piace

  2. Auryyy 18 luglio 2008 alle 11:08 Reply

    Mi piace

  3. arunka 19 luglio 2008 alle 00:58 Reply

    Direttamente approdata da anobii, noto con sommo piacere di un intensa giornata in visita al signor Augusto detto altresì dipartimento di fisica.

    (inserita or ora tra i miei rss).

    E occhio a non annichilirti con gli alieni composti da antimateria che si aggirano per i corridoi.. 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: