Non diciamolo troppo forte…

Va bene, qualcuno avrà notato la comparsa del conto alla rovescia. È chiamarsela, ma Koris ha deciso di rischiare. Stamattina, abbandonata da tutto e da tutti, Koris si era messa a scrivere questo post:

Dopo un alto viaggio offerto assai poco gentilmente dalle regie FS, questa volta non in IC né sul famigerato CessoAlpino, bensì col solito regionale carro bestiame, Koris è finalmente giunta a Avalon ieri sera.
Koris ha riabbracciato la popolazione locale, imbucata per questa sera a cena senza ritegno, preso in ostaggio Whisper per un’ora logorandolo con un greatest hit delle sue turbe mentali.
Lo Stato Maggiore ha ripreso possesso della sua vecchia camera, ma senza Sophia. E senza Sophia e le colonie di batteri che si accampano nel frigo non è la stessa cosa. Si sente la mancanza degli yogurt stagionati ben oltre la data di scadenza. E dell’entropia che era gradita ospite fra le quattro mura di Avalon.
Koris trovasi attualmente in laboratorio e altrettanto sul piede di guerra. Attende una chiamata da Parigi a cui non sa bene come rispondere. Dov’è il suo PR quando ha bisogno di lui?

Poi è arrivato Lui. Egli. Colui che tiene in mano la vita di Koris. Il sovrano dell’integrità strutturale dello Stato Maggiore. L’uomo che può portare alla gioia o alla follia con una sola parola. L’individuo dotato del potere di vita o di morte (per suicidio). L’essere umano che non deve chiedere mai bensì meravigliarsi se qualcosa non è stato fatto.
Il Relatore, insomma. In anticipo di due ore buone sull’orario dell’appunto, completamente non richiesto e non cercato.
Lo Stato Maggiore era preparato al peggio del peggio del peggio, pronto a una lotta così strenua che al confronto quella delle Termopili era una partita a dama. In caso di totale disfatti, Koris sapeva già come reagire.
E invece… complice il caldo, complice non si sa quale spirito, il Relatore non ha posto ostacoli sulla strada che Koris sta percorrendo strisciando sulle gengive. Anzi, promette di finire entro i tempi. Da pazzi.
Koris si è messa al lavoro ringalluzzita dalle buone notizie, per quanto incredula, interrogandosi dove fosse la fregatura. Si è convinta che nei programmi in C++ scritti oltre confine dovessero annidarsi più bachi che su una carogna.
La fregatura pareva presentarsi puntuale all’ora di pranzo, quando i dati non venivano letti, rendendo tutto orribilmente complicato e altrettanto orribilmente da rifare. Koris ha cercato di convincersi che ai capricci della sorte io so far l’indifferente, poi ha tentato il tutto e per tutto. Al limite sarebbe esploso il server Linux.
Ha funzionato.
Onnipotente dio degli eserciti, ha funzionato.
OMFG, ha funzionato.
Questo scorcia di brutto il lavoro rimasto da fare. E rende la laurea un traguardo raggiungibile, anche senza criteri per il computo del voto (credevate che fossero usciti, vero?).
Koris è così inebriata dal momento che potrebbe persino mettersi a pianificare la sua festa di laurea, da celebrare col laureando Whisper.
A seguire, l’ultima Koris ossessione in fatto di musica classica:

Annunci

0 thoughts on “Non diciamolo troppo forte…

  1. Lotti 14 giugno 2010 alle 23:28 Reply

    nooooo! un altro post lungo!!! ok, mi prendo un giorno di ferie per leggere i due arretrati che ho 😛 e tra l’altro devo ancora fare il mio!

    Mi piace

  2. Yaxara 15 giugno 2010 alle 08:58 Reply

    Ho capito, farò un’edizione Bignami del blog con le parti salienti… oppure un greatest hits 😛
    Lo so, la grafomania è una brutta bestia, ma sto cercando di disintossicarmi…

    Mi piace

  3. Lotti 15 giugno 2010 alle 09:21 Reply

    la colpa non è tua! è che non ho tempo!! :

    Mi piace

  4. Yaxara 15 giugno 2010 alle 10:11 Reply

    Colpe, oddio! 😛 Facci con calma, facci… 😛

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: