Corollario

Corollario al post di ieri, con tanto di immagine illustrativa.

trasloco_yaxara

Come si nota dall’immagine, l’oggetto "letto di Orso" è stato privato dalla sua carica per essere degradato a piano di appoggio per qualsiasi cosa gatta esclusa.
Venendo al bagaglio in attesa di approvazione dell’Amperodattilo:

  • pigiami osceni: li abbiamo tutti, inutile negare. Quelli di Koris lo sono in particolar modo, soprattutto i due selezionati. Uno con una gallina e l’altro con i fantasmini, quest’ultimo risalente alla gita di terza media a Siena. Praticamente un cimelio dello Stato Maggiore;
  • camicie assurde: tutte rigorosamente taglia XS, impossibili da stirare. Due bianche, due che non verranno mai abbinate in maniera decente. Ma non è un Koris-problema;
  • polo improbabili: poiché improbabile il loro impiego. Ma lo Stato Maggiore è fiducioso, almeno verso il meteo della Provenza. Per l’ultima volta, vuole crederci;
  • maglie aliene: impossibili da abbinare come le camicie. Uscite dai più reconditi antri oscuri del Koris-armadio. Alcune probabilmente bucate, ma basta rimboccarle nei pantaloni. Per sembrare nerd al punto giusto;
  • zaino da avventura: anch’esso un cimelio delle medie, sopravvissuto al liceo e diversi maltrattamenti. Ma è uno zaino Invicta vecchia maniera, per cui Koris lo considera praticamente indistruttibile. Davanti campeggia la scritta "Where no man has gone before". Su una spallina una menzione a un samurai stramorto in giapponese, sull’altra il nome della proprietaria, "Yaxara Stadi". Lo Stato Maggiore sente di non riuscire a partire senza;
  • troppi cuscini: esattamente come si diceva ieri;
  • saccus horribilis: contiene un’oscena tuta da casa che Koris non ha il coraggio di spacchettare. Clandestine nel medesimo sacco, delle pantofole marca Ikea;
  • generica roba da mettere sopra: ovvero felpe, maglie, maglioni. Anch’essi improbabili e impossibili da legare alla generica roba da mettere sotto. L’Amperodattilo darà di matto;
  • sciarpe da Talebano: in cui intabarrarsi in caso di Mistral o attentato suicida. Un tempo indispensabili in bicicletta per sfrecciare per i viali in sella a Gemini. Ora si portano dietro perché non si sa mai, tornano sempre comode per la rapina a mano armata. O per fingersi musulmani nel momento del bisogno;
  • jeans d’ordinanza: perché non avrai altre braghe all’infuori dei jeans. Amen. Ci hanno provato in tanti, ma Koris non sente ragioni. Il jeans è l’unico dio e le scarpe da ginnastica sono i suoi profeti. La femminilità è una parola oscena e sconosciuta, la comodità è l’unica via. Quindi jeans.

Al corredo mancano ancora calze, mutande, porta tette. Ma per scoraggiare i ricercatori in caccia di lingerie sexy, Koris afferma subito che possiede unicamente mutande Coop rigorosamente bianche, che le uniche calze a rete sono state usate per invecchiare dei bulbi e quanto ai reggitette c’è poco da stare allegri (e ancor meno da reggere). Quindi, cascate male.
Koris si sta interrogando se portare Nimi (la sua katana) o meno. Non vorrebbe essere bloccata alla frontiera per contrabbando di armi.

 

Annunci

0 thoughts on “Corollario

  1. laDurlindana 29 settembre 2010 alle 18:10 Reply

    In merito ai pigiami devo confessarti che quando dormo fuori uso (anche d’inverno) una tshirt enorme e trendy con sotto calzoncini cortissimi: in questo modo metto in mostra un po’ di gambe (non male), ma badando a dissimulare il sedere.
     Quando invece sono in casa, mi puoi vedere sino alle due di pomeriggio con un pigiamone rosa con sopra dei maialini.
     Anch’io ho un vecchio invicta: colori rosa e azzurro ancora splendenti nonostante siano del tempo delle elementari. Mia madre però me l’ha tolto per darmi un sevene che, però, si è subito sfaldato.

    Mi piace

  2. Yaxara 29 settembre 2010 alle 20:00 Reply

    @laDurlindana: il mio problema è che essendo delocalizzata su più luoghi, il "dormire a casa" sta diventando un concetto strano. In pratica chiamo casa un qualsiasi luogo occupato da più di due settimane. Quindi il pigiama osceno mi segue, in una qualunque delle sue manifestazioni.
    Gli zaini invicta hanno qualcosa di peculiare. Forse sono stati studiati per la guerra del Vietnam. Oppure per la conquista di Marte. Anche il mio è ancora brillante nonostante l’età, solo che le madri sono loro inimiche, tendono a relegarli perché poco féscion… mah, misteri.

    Mi piace

  3. L'Incognito 30 settembre 2010 alle 10:04 Reply

    Sugli zaini invicta confermo, il mio è ancora sanissimo dopo 10 anni, se non fosse che ha perso il suo fantastico colore rosso fuoco per diventare di un rosettino stantio….
     
    Wannabe frequentante del Cassero?

    Mi piace

  4. Yaxara 30 settembre 2010 alle 10:54 Reply

    @Wannabe frequentatore del Cassero?: è una delle tue migliori firme di sempre, sappilo. E il rosa è una tua tendenza naturale. Neghi forse di aver bramato fino all’ultimo una camicia di siffatto colore? Ti arriverà per il compleanno, stanne certo. Sì, questa è una minaccia, come quasi qualsiasi cosa che dico.

    Mi piace

  5. LadyMarica 30 settembre 2010 alle 11:15 Reply

    Io non ho pigiami osceni. Anzi, io non ho pigiami. E’ una cosa che detesto. Se esistesse, solo dio saprebbe dirti il perché. Dormo in tuta da ginnastica, quando fa molto, molto freddo.

    Mi piace

  6. Yaxara 30 settembre 2010 alle 11:40 Reply

    @LadyMarica: io dormo senza pigiama d’estate, quando si muore di caldo. In tuta ho dormito solo in barca (una volta anche coi jeans addosso, ma è stato un incidente) o in tenda. Hai scombinato la mia teoria! 🙂 Avrei giurato che possedere un pigiama osceno, utilizzato o meno, fosse uno scheletro nell’armadio (lett.) comune a tutta l’umanità. Ad esempio quelli regalati da sprovveduti e remoti parenti… 😛

    Mi piace

  7. Aislinn 30 settembre 2010 alle 12:52 Reply

    Grazie per essere passata da me:-) La situazione purtoppo in Italia è quella che è, in tanti aspetti…

    Mi piace

  8. Yaxara 30 settembre 2010 alle 14:12 Reply

    @Aislinn: eh, lo so. Infatti per una aspetto io me ne sto andando (come si intuisce dalla mole di roba da impacchettare :P). Grazie di aver resto la visita! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: