Same old feeling

Viste le strepitose previsioni di visite divinate da ShinyStat, Koris avrebbe dovuto prendere la palla al balzo e scrivere un post a base di sesso selvaggio, per incrementare il numero di incauti googlenauti della domenica (anche se è mercoledì, ma pazienza). Che ne so, scene porno con feticisti. O una seduta di intensa zoofilia con San Cirillo che col cazzo fatto a spillo inculava i grilli (si ingrazia lo Zio Immarcescibile per l’iniziazione ai Misteri Goduriosi).
E invece niente.
Lo Stato Maggiore ha ripreso le abitudini bernesi. No, non si è rimesso a mangiare zuppa e patate. Ringraziando i numi tutelari del Mediterraneo, la cucina marsigliese offre di meglio.
L’abitudine consiste nel leggere Repubblica con olimpico distacco. Poi guardare dalla finestra e fissare il tricolore col blu al posto del verde. Quindi sogghignare di soppiatto e tornare ad occuparsi del python, malefico linguaggio degno del culto di Apollo Pizio o di un professore di Hogwarts, come ha fatto giustamente notare LadyMarica.
Le notizie dalla patria non invogliano a tornare e infatti Koris non torna. Tornerà forse a fine mese, da turista. Tempo di rubare maglioni e un po’ di equipaggiamento da Mistral, poi riparerà al sicuro delle mura di Luminy.
Nel mentre le notizie non sono buone. Si ode di tagli all’università, precari in subbuglio, spiccioli in esaurimento. E poi c’è la notizia, presente da qualche giorno, dei giovani in fuga. Articolo a cui anche Koris ha dato il suo contributo, scrivendo la sua storia. Ed è veramente contenta di essere ascritta nel secondo gruppo. E decisamente non farebbe a cambio per niente al mondo.

Annunci

0 thoughts on “Same old feeling

  1. BelleRoseDuPrintemps 13 ottobre 2010 alle 18:58 Reply

    Io sapevo che il buon S.Cirillo col suo cazzo a spillo s’inculava i microbi. E S. Agnese con le pezze del marchese lucidava i mobili. E S.Ilario col cazzo sul binario deragliava i rapidi. E altro ancora…
    …d’altronde, meglio i misteri goduriosi che le notizie di questi giorni, no? 🙂

    Mi piace

  2. laDurlindana 13 ottobre 2010 alle 21:33 Reply

     Sto imparando il tedesco per provar la medesima sensazione, ma al sapore di crauti.

    Mi piace

  3. Lotti 13 ottobre 2010 alle 23:43 Reply

    ci son linguaggi ben più terribili del python..

    Mi piace

  4. Yaxara 14 ottobre 2010 alle 08:40 Reply

    E come non citare S. Arturo che col cazzo nel futuro inculava i posteri? I misteri goduriosi sono goduriosi per l’appunto, le notizie degli ultimi giorni non lo sono affatto. Bello trovare qualcun altro iniziato a simili misteriche pratiche… 😉
    @laDur: Mi inchino a cotanto coraggio. In tre mesi di permanenza sono riuscita a imparare una sola parola: zwollen, che poi vuoi dire cipolla. Ma non dubito che trionferai nell’impresa.
    Il tedesco, ad esempio! 😛
    Lo so che c’è di peggio del python, ma di qualcosa dovrò pur lagnarmi, no? 😛

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: