Due volte tredici

Caro Senzaddio,

che oggi mi diventi vecchio di un altro anno, spingendoti sempre più a fondo verso il secondo quarto di secolo e abbandonandomi nel primo (ma io mi tengo ben stretti i miei ventisei mesi di vantaggio e le mie nascite dicembrine).
L’anno scorso di questi tempi eri intento a prepararmi la colazione a base Biscotthaus von Clausewitz, lamentandoti del primo quarto di secolo come se fosse il terzo. Questa mattina invece ti sveglierai tutto solo soletto, ma se non altro non ti ritroverai la sottoscritta che cerca di tirarti giù dal letto con metodi più o meno ortodossi.
Senzaddio, che ti stai sicuramente lamentando con qualcun altro degli anni che passano e degli acciacchi che tornano. Ammetto che vorrei che quel qualcuno fossi io, ma non diciamolo troppo forte. Hai visto mai si spargano false voci circa il fatto che io abbia un cuore o, peggio ancora, dei sentimenti positivi. Occultiamoli subito, ho un’immagine da difendere, io.
Caro Senzaddio che giochi a fare il marito geloso coi miei spasimanti erasmus, ma in fondo so che la ragione di fondo è buona.
Che forse ti meriteresti una ragazza un po’ più presente e un po’ meno in fuga, ma forse ti va bene così. E qualora non dovesse andarti bene, gli interessi dello Stato Maggiore li gestisce Nimi, che garantisce il servizio "soddisfatti o scapitozzati". Del resto, è colpa tua se sono dotata di una simile arma di minaccia di massa.
Tanti auguri, Senzaddio che ho impunemente lasciato in Italia e che spero di ritrovare al mio ritorno. Non lagnarti troppo. E se proprio devi lagnarti, qui a Marseille siamo ben lieti di sentire i tuoi sfoghi "de senectute".

Annunci

0 thoughts on “Due volte tredici

  1. Senzaddio 18 ottobre 2010 alle 13:55 Reply

    Belin, mi sono svegliato con una spalla e un ginocchio in fiamme, la barba è sempre più bianca, la schiena scricchiola sempre di più… roba da farti invecchiare!

    Mi piace

  2. Yaxara 18 ottobre 2010 alle 14:00 Reply

    @Senzaddio: più del necessario? Ahia, mi sa che è il caso che mi informi sui contributi per la rottamazione… 😛

    Mi piace

  3. LadyMarica 18 ottobre 2010 alle 22:44 Reply

    Tra moglie e marito non mettere il dito. Ma voi non siete sposati e quindi posso mettere tutte le mani che voglio 🙂
    Se il concetto è questo: auguri al Senzaddio.
    Yax, attenta, attenta. Hai sfiorato l’attribuzione del cuore, stavolta, in maniera quasi pericolosa. Tutto a posto, salvata con i soliti calci d’angolo 😉

    Mi piace

  4. Yaxara 18 ottobre 2010 alle 23:55 Reply

    @LadyMarica: non mi dire! Beh, a mia parziale giustificazione posso addurre che… il cuore è stato cucinato la settimana scorsa, ecco. Sì, con olio e limone. Era finita la pancetta… 😛
    Va bene, preparerò uno di quei blog a base di cinismo corrosivo contro qualsiasi sentimento positivo. È che qui a Marsiglia le coppiette sono troppo discrete per incazzarsi…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: