Bioritmi inesistenti

Koris oggi si è svegliata con il presentimento che fosse sabato. Invece è martedì. Inversione di date pericolosissima, ma inevitabile. Del resto la cosa aveva perfettamente senso all’interno del devastato Stato Maggiore. Si è giunti qui a Marseille mercoledì scorso (quindi assimilabile a domenica) e si è lavorato per cinque giorni filati, fino ad oggi. Quindi oggi sarebbe sabato. Purtroppo è sabato solo nella Koris-testa, in quanto il resto del mondo è più o meno pimpante e al lavoro. Il Koris-metabolismo è inoltre deturpato (ma questo si sapeva) e sintonizzato su GMT-3, corrispondente più o meno all’ora di Sao Paulo, Brasile. Ne consegue un andare a dormire ad ore impossibili col fegato devastato da un nervoso indotto dalla vomitevole rete del loculo universitario, lenito solo in parte da ninna-nanne cantate dai Blind Guardian. L’unico essere umano per cui il jet-lag è una questione non di luogo ma di condizione mentale. Koris ha quanto prima bisogno di un domicilio stabile, almeno fino a ottobre 2013.

L’influenza a suo dire epica del Senzaddio è cominciata in sincrono al Koris turno e pare (ma sono illazioni che è sempre meglio non fare) che con esso stia terminando. Da giovedì il Senzaddio si è esibito in manifestazioni di malesseri assortiti, con lamentele di stampo squisitamente maschile (sì, oggi Koris si sente femminista).
"Credo che morirò, sappi che ti ho sempre voluto bene"
"Non respiro, soffoco, vado a morire sul letto"
"Da oggi non augurerò più il colera a chi mi sta sulle palle, ma questa influenza"
"Tossisco in continuazione, non sarà qualcosa di orribile come un tumore ai polmoni?"
"Fra poco mi uscirà un orrido bubbone manzoniano…"
"La piaga del raffreddore fa parte dei castighi divini, vero?" (qui Koris ammette il suo grado di stronzaggine, tirando in ballo l’angelo della morte che uccide i primogeniti maschi, bullandosi di essere primogenita femmina con fratello minore e assicurando che sarebbe andata alla ricerca di un nuovo compare nella persona dell’ultimo rampollo di qualche casata)
"Dimmi ‘coccole’, faccio conto che tu sia qui, tanto non sopravviverò fino al tuo ritorno"
Queste affermazioni hanno nutrito non poco le Koris-ansie, in quanto lo Stato Maggiore non presente non poteva valutare la situazione sul campo con occhio (iper)critico e oggettivo. Comunque, a giudicare dalla voce "da pulcino sperduto" non più al naturale e dai tempi di permanenza serale su internet, il Senzaddio sta sopravvivendo.

Koris invece è pericolosamente vicina a tirare una testata in uno spigolo a causa del tedio e della strafottenza altrui. Inoltre ANTARES pensa di lenire la Koris-nostalgia emulando il Senzaddio, ovvero mostrando tutti gli acciacchi di questo periodo, adattati però a un rivelatore di particelle.
Ansa dell’ultima ora, lo Stato Maggiore ha vinto un altro paio di turni, si ringrazia Roy Batty per la gentile concessione. A tutti uno, a Koris due perché la vita è ingiusta. Ma questa volta ANTARES non coglierà Koris impreparata. Il prossimo turno sarà con la collega M.
"Ce pijamo un turno tranquillo, tipo giugno-lujio, quando l’acqua è bella calda. Così ce ne annamo a spiaggia e qualche volta damo anche n’occhio a ANTARES"

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: