Lacrima facile

Ultimamente Koris ha la lacrima facile. Estremamente facile. Così facile che se si concentra troppo su determinati argomenti scoppia a piangere come una fontana. Come se avesse un cuore.
Oggi Koris stava cercando disperatamente (leggasi "ingiuriando divinità ipotizzate dalla Mesopotamia ai giorni nostri") come si mettono le figure in LateX. Ora, Koris usa LateX da sei anni, ma ci sono cose che restano frutto di un copia-incolla, che risiedono nella memoria volatile e che quindi non vengono mai veramente registrate. Inoltre c’è una certa propensione a dimenticare, seconda solo a ROOT.
Koris cercava il modo di mettere le figure in quello che considera il coito della sua tesi di dottorato. Coito perché considerarlo embrione è decisamente troppo, potrebbe ancora arrivare dal cielo un contraccettivo per ritardatari chiamato Roy Batty a dire "nessuno ti aveva detto di cominciare a scrivere dei raggi cosmici" a raschiare via tutto. Il fatto che Koris stia cominciando a scrivere la tesi al quinto mese di dottorato è da malati, sì. Non è il caso di dire che è presto, lo Stato Maggiore risponderebbe "ora è presto, a breve potrebbe essere tardi" (stessa ragione per cui Koris, che oggi voleva arrivare un po’ più tardi, è giunta in laboratorio con mezz’ora di anticipo).
Comunque, si cercavano quelle maledette righe per incorporare le maledette figure. Pensa che ti ripensa Koris ricorda che tempo fa, ovvero fino a luglio, aveva una cartella "Università" in cui c’era una cosa chiamata tesi. Koris ci si tuffa, alla ricerca del codice sorgente da cui estrapolare le righe.
E viene sopraffatta quando la sua tesi si apre davanti ai suoi occhi.
Sopraffatta letteralmente dai ricordi, dai sentimenti, dalla tenerezza che quell’ammasso informe di grafici, numeri, neutrini ed errori di ortografia le suscita. L’anno scorso di questi tempi aveva solo due capitoli, uno sul neutrino, l’altro su OPERA. E tutti dicevano che era stata iniziata a scrivere troppo presto, a cominciare dal Relatore (che a giugno si accorse che non era affatto presto). Del resto ci si doveva laureare a ottobre, nessuno pensava di dover precipitare le cose per luglio.
Koris la ha un po’ riguardata, anche perché non se la ricordava quasi più, a meno di nove mesi dalla laurea. Per un attimo le è tornato in mente tutto. Dai pc dei microscopi che si suicidavano con frequenza giornaliera alla puzza dell’olio da immersione delle emulsioni che permeava ogni cosa, mani e vestiti. Dagli eventi che non si trovavano alla "puzza di tau" che si intuiva ma che non era ancora una realtà. Dall’ansia del dover partire per Berna dopo meno di un mese al terrore di non riuscire a consegnare il malloppo per il 30 giugno. Dalla confusione generata dalla lettura di migliaia di articoli alla spossatezza dei giorni che precedevano la chiusura.
C’era persino la presentazione che ha garantito a Koris il posto a Ginevra e qui a Marseille, con il "work in progress" finale. E poi la presentazione di laurea col grossolano errore del Relatore che passo fortunatamente inosservato in sede di discussione.
È un passato che non è così passato, però a Koris, ormai dottoranda e assorbita da quella chiavica di SeaTray (oggi un po’ meno chiavica, ma solo oggi), sembra appartenere a una vita precedente. Da Marseille Boulogne sembra lontana anni luce, Berna è una parentesi chiusa. E quelle 126 pagine in italiano paiono quasi non esistere più, così come la fatica per scriverle e per ottenere i dati da ficcarci dentro.
A Koris viene quasi da piagnucolarci su, ma c’è una nuova tesi, questa in inglese e grondante neutrini cosmici, da scrivere.

0 thoughts on “Lacrima facile

  1. disastro 7 marzo 2011 alle 14:56 Reply

    che bello ricordarsi ancora i tempi della redazione della tesi: io ho rimosso tutto (anche il titolo della mia tesi)
    Evidentemente sono anziana…….

    "Mi piace"

  2. Yaxara 7 marzo 2011 alle 14:58 Reply

    @disastro: beh, è anche vero che l’halzaimer porta a ricordarsi episodi sepolti nel tempo e nello spazio… 😛

    "Mi piace"

  3. Faber 7 marzo 2011 alle 14:58 Reply

    Romanticona!!!!!

    Ok, ok… mi ricompongo!!!!

    "Mi piace"

  4. Yaxara 7 marzo 2011 alle 14:59 Reply

    @Faber: sì, sì, proprio io. Giusto con un neutrino!

    "Mi piace"

  5. LadyMarica 7 marzo 2011 alle 15:23 Reply

    Uff, avevo scritto un buon commento. Odio, quando si perdono. Riprovo.
    Il sesso con i neutrini è un ambiente che mi incuriosisce. Almeno finché non bisogna conoscere bene cos’è un neutrino per avere un rapporto con lui.
    Ricordare, non credo sia una bella esperienza. Io di ricordi non ne ho molti, e quelli che ho non mi fanno effetto, mi sembra come se appartenessero ad altri, come se non fossero i miei e io le vedessi soltanto. Urge una consulenza psichiatrica. Puoi chiedere al Senzaddio per me? 🙂

    "Mi piace"

  6. LadyMarica 7 marzo 2011 alle 15:26 Reply

    comunque, ci tengo a sottolinearlo, il commento di prima era venuto meglio 😦

    "Mi piace"

  7. Yaxara 7 marzo 2011 alle 15:33 Reply

    @LadyMarica: i neutrini interagiscono poco, farci sesso non è il massimo. Aspetti tanto e poi non si sente niente (e quando scrivo ‘ste cose mi faccio paura).
    Il Senzaddio potrebbe commentare sua sponte qualche nefandezza, me lo aspetto. Altrimenti potrei andarne molto delusa.
    Per la fagia dei commenti invece sono preoccupata. Sento il dovere morale di farci qualcosa!

    "Mi piace"

  8. Gattara 7 marzo 2011 alle 15:36 Reply

    Che brutti ricordi la tesi! Tre anni di solitudine e poi un mucchio di critiche! Anche il titolo sbagliato sui giornali!

    "Mi piace"

  9. Yaxara 7 marzo 2011 alle 15:43 Reply

    @Gattara: beh, avere il titolo sul giornale dovrebbe essere una soddisfazione, no? Non il mio, "Ricerche di topologie di decadimento nelle emulsioni dell’esperimento OPERA" avrebbe fatto crollare le vendite. Comunque è passato, dai. 😉

    "Mi piace"

  10. andrea 8 marzo 2011 alle 10:04 Reply

     Forse non ti serve o forse lo conosci ti mando un link di un libro che mi sembra abbastanza chiaro:
    http://www.lorenzopantieri.net/LaTeX_files/ArteLaTeX.pdf

    "Mi piace"

  11. Yaxara 8 marzo 2011 alle 10:33 Reply

    ho bazzicato migliaia di guide di LateX, ma questa mi mancava. E ha contenuti interessanti. Grazie per il link!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: