E allora penitentia agite!

Potevate anche dirlo che era tornato il medioevo. Lo Stato Maggiore si sarebbe procurato una full plate all’ultima moda, giusto perché Koris non è in grado di portare sete, merletti e pellicce. Magari la katana Nimi sarebbe stata un po’ anacronistica, ma mica ci si può adattare così tanto alle tendenze del momento, lasciateci essere un po’ alternative. Si sarebbe altresì richiama Iset per qualche ripetizione di equitazione, mettendosi alla ricerca di un destriero alla Aquilante anziché fare l’abbonamento alle bici pubbliche.
Sì, Koris lo ha rifatto. Ha letto i giornali. Sa che non dovrebbe farlo perché si incazza, ma l’autolesionismo qui è di casa.
Lo Stato Maggiore non ha niente in contrario a chi ha fede, a chi crede e a chi preferisce pensare che esista un dio. Ma qui stiamo ripiombando nel medioevo più spinto, spettacoli che nemmeno Georges Duby è in grado di immaginarsi nei suoi sogni più spinti.
Sì, Koris sta parlando della beatificazione di Giovanni Paolo II. Non si fa un’esegesi del perché e del per come, Koris è troppo ignorante in materia e non vuole immischiarsi sulla questione in sé. È il contorno ad essere disgustoso (ma lo Stato Maggiore puzza illuminismo francese, è un suo problema).
Prima notizia: feretro esposto. A Koris si rivoltano le budella alla sola idea, perché nelle sue personali convinzioni un cadavere non dovrebbe essere tirato fuori. Se uno riposa in pace, tanto vale lasciarlo riposare, e poi è giusto ricordare le persone per com’erano in vita, non per come si vedono dopo la morte. Ma queste idee puzzano di illuminismo francese, meglio quindi una sana boccata di odore di santità.
Un milione di persone, altro che Wembley. Organizzazione zero, pare. Si interrogherà Orso in proposito, se tornerà sobrio dal concerto del primo maggio. Comunque tutti a ricevere la benedizione urbi et orbi, hai visto mai ci scappa il miracolo. Gente che dorme per strada, che si ammassa, che viene folgorata dal malore o dal maligno imboscato. E ovviamente chi? Teste coronate, ma come al solito in tribuna. Sia mai che si mischino alla plebaglia. Da Westmister a San Pietro in buisness class, perché anche ad adorare si fanno figli e figliastri. Veglie di preghiera con presentatrici di Studio Aperto; in fondo anche la superstizione fa audience, no? Che poi chi fa servizi dalla movida di Ibiza può anche farli sulla beatificazione? Lo Stato Maggiore dubita, ma sono problemi suoi.
Poi c’è il fatto del sangue, che a Koris ha fatto passare la fame, la voglia di vivere e la convinzione di essere nel XXI secolo. Direttamente da Repubblica:

Suor Tobiana, la religiosa che assistette Giovanni Paolo II nell’ultima fase della malattia, e suor Marie Simon Pierre, la religiosa francese ‘miracolata’ per intercessione di Wojtyla, hanno portato all’altare del papa una reliquia con il sangue di Wojtyla, appena dopo che Benedetto XVI lo ha proclamato beato. Il reliquiario, che raffigura dei rami di olivo in argento, contiene una provetta di sangue che fu prelevato nel periodo del suo ricovero all’ospedale Gemelli. La reliquia è stata esposta ai fedeli per la loro venerazione.

Ogni riferimento a Koris-post precedenti è puramente casuale. Particolarmente rimarchevole il metodo con cui il sangue è stato ottenuto: un provetta proveniente dal ricovero ospedaliero. Qui c’è da richiedere anche il prelievo degli esami ematici per andare sul sicuro. E l’appendicite no, scusate? Perché non facciamo un bel reliquiario d’oro a forma di intestino e ci mettiamo anche quella? Ma dopo il santo prepuzio tutto è possibile. Solo che Koris sperava che tali pratiche fossero andate fuori moda nel Rinascimento. Et ho errato, strano, vero? Poi lo Stato Maggiore si domanda come si miracola per intercessione. Si fa una domanda in carta bollata spedita come raccomandata con ricevuta di ritorno all’ufficio esteri del paradiso? Allora santifichiamo anche i passacarte?
Piccolo particolare dolcemente blasfemo, ma altrimenti Koris non sarebbe Koris: le riprese dall’elicottero le hanno ricordato terribilmente l’ultimo concerto dei Queen a Wembley, per non direi il Tribute Concert. In fondo si celebra un morto, solo che è un papa e non Freddie Mercury. Però i boati di approvazione ci sono comunque. Potevano invitare anche David Bowie, allora.
Bene, dopo un matrimonio reale ci mancava solo una beatificazione per convincere Koris della retrocessione temporale di quattrocento anni. Ci mancano solo le crociate. Ah, no, ci sono. E anche i preti incappucciati che urlano "Ricordati che devi morire, l’Apocalisse è vicina", solo che ai giorni nostri sono travestiti da Maya.
Scusate, Koris si assenta un istante per andare a recuperare la bipenne portata ad affilare dall’armaiolo e torna.

P.S. La bipenne serve perché per una volta Koris non ha voglia di farsi bruciare come strega, ruolo che invece le si addice molto di più.

Annunci

0 thoughts on “E allora penitentia agite!

  1. LadyMarica 2 maggio 2011 alle 12:59 Reply

    ogni chiesa ha il santo che si merita, io la riassumerei così. Tieni conto di che orrore è il primo e l’orrore della seconda viene naturale.

    Mi piace

  2. Nathan 2000 2 maggio 2011 alle 13:02 Reply

    Aquilante? E che scelta è? Matrimonio + beatificazione + uccisione di Osama = ulteriore bollore per i cervelli minimi… ecco!!!!!

    Mi piace

  3. Yaxara 2 maggio 2011 alle 13:11 Reply

    @LadyMarica: io speravo che certe cose non usassero più. Come l’esposizione della salma, che personalmente trovo disgustosa (già per i morti in attesa di funerale, figurati per quelli già sepolti). Sono un’illusa e si vede.
    @Nathan: l’ho detto io che avevamo anche le Crociate contro gli infedeli. Siamo a posto!

    Mi piace

  4. Odisseo 2 maggio 2011 alle 17:10 Reply

    Tu speravi di essere nel medioevo, mentre siamo molto più indietro, praticamente nella preistoria, solo che non ce ne siamo accorti.
    Sono riuscito a non vedere neanche 10 secondi del matrimonio reale e, a parte i festoni appesi ai lampini di tutta la città, ad ignorare la beatificazione, ma non so fino a quando posso resistere. Coraggio!

    Mi piace

  5. Yaxara 2 maggio 2011 alle 23:23 Reply

     @Odisseo: fosse la preistoria (e noi che abbiamo l’Amperodattilo potremmo anche crederci) potremmo almeno sperare in una tigre dai denti a sciabola che faccia un solo boccone di maestà e santità assortiti. Ma invece no, qui non ci salva nemmeno Carlo Magno, altroché. Vabbè, vado a spostare il corsiero che lo ho lascito in divieto di sosta, poi lo sceriffo di Nottigham mi fa la multa. 

    Mi piace

  6. Odisseo 3 maggio 2011 alle 10:48 Reply

    Bè … possiamo sempre sperare che Robin Hood ci liberi, o di godere delle grazie di Lady Marian 🙂

    Mi piace

  7. Yaxara 3 maggio 2011 alle 13:25 Reply

    @Odisseo: se proprio devo scegliere, io faccio Sir Bis. 😛

    Mi piace

  8. Odisseo 5 maggio 2011 alle 11:07 Reply

    ma no dai, Sir Biss è simpatico ma in quanto a cervello … il tuo credo sia leggermente migliore 🙂

    Mi piace

  9. Yaxara 5 maggio 2011 alle 20:17 Reply

    @Odisseo: ma adoro come fischia lo scrupoloso rettile!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: