Collaboration devastation

Poco cibo e troppo alcol portano a una devastazione programmata. Quando poi sullo stesso tavolo si trovano due bottiglie di rosso, due di bianco, una di vodka e una di cognac armeno viene pure il dubbio che la devastazione sia stata accuratamente pianificata dagli ospitanti russi. Si aggiunga inoltre che alla tavola sedevano individui di questo calibro:
"Quando ho fatto il servizio militare, nella Germania Est, non avevamo diritto all’alcol. Pero’ ci davano un dopobarba molto alcolico, che da bere ovviamente faceva schifo. Allora lo filtravamo con il pane che tratteneva le essenze e ci bevevamo quello che restava"
Si scoperchiano le porte le pettegolezzo pubblico, si immagazzinano informazioni che altrimenti non sarebbero mai trapelate, si scopre come in otto mesi si sia andati sempre vicinissimo alla figura di guano.
Poi ci si aggira per il quartiere universitario di Mosca con una bottiglia di zibibbo che zibibbo non e’ ma fa quarantuno gradi e tanto basta. Si gode il panorama delle citta’ chiedendo a Russi di passaggio (e impegnati in una gara di tamarraggine con macchinine telecomandate uscite da Pimp my Ride) se quello in vista e’ lo stadio dello Spartak o della Dinamo. In Italiano. Ricevendo risposte in russo.
Capita che dati i presupposti di cui sopra tornare in hotel non sia esattamente scontato. Farlo con uno Spagnolo, che chiameremo amichevolemente JP, alla fase terminale della sbronza rasenta l’impresa epica.
A piedi il tragitto durerebbe venti minuti. Ci si impiega piu’ di un’ora contando che:

  • JP si sdraia in ogni centimetro quadro d’erba e viene tirato su con epici sforzi dal collega poliglotta svizzero che gli dice "questa non e’ la Spagna, qui siamo a Mosca, se ti trovano ubriaco ti arrestano!"
  • JP pretende di fare foto di gruppo in notturna, con risultati nulli per non dire devastanti
  • il collega dottorando S., detentore dello zibibbo-non-zibibbo, foraggia JP a intervalli regolari
  • le macchine telecomandate sono diventate in scala 1:1 e derapano sui viali considerando i semafori pedonali un fastidioso arredo urbano
  • JP cerca di dirigere un immaginario coro cantando "I don’t know what to do with myself" (particolarmente azzeccata, poiche’ non aveva decisamente idea di cosa fare di se’ stesso), a cui il collega S. risponde in growl
  • il collega S. ingaggia JP in una folle danza russa cantando qualcosa che suona come"Kalinka kalinka maya!" e assieme i due si lanciano in una folle corsa lungo i viali
  • una volta raggiunto miracolosamente l’albergo, JP non ha un’idea precisa del piano della sua camera, ma e’convinto di aprirla usando le chiavi della sua casa di Valencia

Koris non vuole sapere in quali condizioni si sia svegliato JP la mattina dopo. Se nella sua camera o se abbracciato a un energumeno russo, con un rene in meno.

P.S. Nella follia pettegola della cena Koris ha scoperto che il suo capo Roy Batty il perfettissimo Replicante e’ stato visto una volta sbronzo. Dato il precedente, Koris impegnera’ i due anni di dottorato che le mancano per far si’ che l’evento si ripeta.

Annunci

0 thoughts on “Collaboration devastation

  1. dK 12 giugno 2011 alle 10:13 Reply

    Quanta stima ci può essere per aver fatto i tamarri ubriachi con dei tamarri russi ubriachi? Ci vogliono attributi, truzzità e taaanto alcol.
    Tre elementi che portano enorme rispetto da parte mia, ma penso non ce ne fosse dubbio. Ben tornata!

    Mi piace

  2. Yaxara 12 giugno 2011 alle 16:37 Reply

    @dK: sapevo avresti apprezzato il genere. Piesse, ho bisogno di te per un affare losco…

     

    Mi piace

  3. Faber 13 giugno 2011 alle 08:24 Reply

    Ci hai detto che ha fatto il mitico JP ma tu??? Non me la "conti" giusta…

    Mi piace

  4. Yaxara 13 giugno 2011 alle 10:08 Reply

    @Faber: per poter fare la cronaca di cio’ che accade agli altri e’ necessario ricordare, quindi propendere dalla parte sobria dell’esistenza. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: