Orso, arripijate

Orso, il Koris-fratello più grande ma nato dopo perché sempre in ritardo, è un bravo ragazzo. Ha un delittuoso passato da truzzo di riviera il sabato sera, ma prima dei vent’anni si può ottenere qualche attenuante (ora che ne hai ventuno invece, caro il mio plantigrade, partono le aggravanti). Ha il piccolo difetto di essere un economista e come tale all’idea di quel metallo, portentoso onnipossente tende a non capire più nulla. Salvo andare a piagnucolare miseria verso l’Amperodattilo per le precarie condizioni del suo conto in banca. Praticamente si sta allenando per diventare ministro dell’economia.
Orso ha anche un altro difetto: la geografia. Ad Orso appartengono i seguenti siparietti.
In macchina coi Maiores:
"Ma dove siamo?"
"Nel Chianti"
"Nel Chianti? E perché per andare a Roma dobbiamo passare per il Piemonte?"
Durante un’interrogazione a bruciapelo:
"Sai dov’è Pescara, no?"
"Certo, sul lago di Garda!"
Mentre si allenava per una farlocca versione dei test di medicina:
"Chieti… Chieti…"
"Che hai?"
"Non sta in Toscana?"

Orso ne ha sparate alcune non male anche in fatto di geografia francese, ma gli si possono perdonare (visto che anche la scrivente talvolta vacilla, prima di andare a ripararsi nell’abbraccio protettivo di GoogleMaps). Le defiances geografiche di Orso, chiaramente ereditate da un Amperodattilo che avrebbe in realtà l’abilitazione ad insegnare geografia, sono sempre state additate come qualcosa di divertente, un aneddoto della famiglia Koris.
Fino ad oggi, giorno in cui Koris ha aperto Repubblica (sappiamo che dovrebbe astenersi) e ha scoperto questo.
E no, non possiamo permetterlo. Orso, ti si fa mangiare un atlante se non la smetti. Orso, resta un plantigrade e non diventare una salmo trutta.
Orso, arripijate!

Annunci

0 thoughts on “Orso, arripijate

  1. BelleRoseDuPrintemps 8 settembre 2011 alle 11:49 Reply

    Il buon Trota non ha fatto manco in tempo a iniziar a parlare che m’era già montato il nervoso.
    Ma il mio commento ha l’unico scopo di comunicarti la scoperta dell’estate in dirittura d’arrivo: φαλλοκόρη.

    Mi piace

  2. Yaxara 8 settembre 2011 alle 12:56 Reply

     Io lo ho assunto a stomaco vuoto onde evitare controindicazioni sgradevoli. Credo che il fegato ne abbia comunque risentito…
    E la traduzione è, ribadisco, degna dei migliori vocabolari (quelli pieni di polvere e che puzzano di muffa :P). 

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: