Apocalisse nucleare cercasi

È tutto cominciato con chiamate e messaggi.
"Ma… va tutto bene?"
A parte il lavoro che ultimamente procede di merda, niente da segnalare.
"Ma… lì com’è?"
Caldo, soleggiato, tira il Mistral, voglia di essere a vela e non in ufficio.
"Ma… tu stai bene?"
Mentalmente? Mai stata.
"Ma… sei già diventata radioattiva?"
Mah, nella norma. Come tutti, insomma. Colpa del potassio 40, che ci vuoi fare.
Una domanda introdotta col "ma" sottintende "è successa una catastrofe, ma non voglio allarmarti se non lo sai". Solo che alla quinta domanda introdotta dal fatidico "ma" uno si inquieta lo stesso. E va a leggere Repubblica.

"Esplosa una centrale nucleare ad Avignone – la Francia in ginocchio – un cratere nucleare minaccia l’Italia – MORIREMO TUTTI!"

Venti secondi di panico. Un po’ perché Avignone è a 70 km a nord. Un po’ perché Avignone è una bella cittadina, ci si era fatta una bella gita, sarebbe un peccato saperla rasa al suolo.
Poi ti fermi un secondo a riflettere. What the fuck?! Ad Avignone non c’è nessuna centrale! Semmai a Lione.
Ma Repubblica imperterrito.

"La zona si trova a 242 chilometri in linea d’aria da Ventimiglia, 257 da Torino, 342 da Genova"

E a 10329 km da Kuala Lumpur. Cosa c’entra Kuala Lumpur? Niente. Così come Genova, Torino e Ventimiglia. C’entrerebbe se la centrale fosse esplosa e si fosse liberata una nube. C’entrerebbe se fosse una centrale e non un deposito di stoccaggio di scorie a bassa attività.
Ma si sa, sempre meglio se si può condire la notizia. La prossima volta ci mettiamo un’invasione di zombie.

E la prossima volta che uno dei cosiddetti ambientalisti viene farmi la morale sul nucleare bruttoecattivo gli chiedo di sintetizzarmi il decadimento gamma in cento parole. E poi di darmi la stima di efficenza per la cella fotovoltaica. Sì, stasera mi girano. Sarà che sono nata nell’anno di Chernobyl, comparsa nell’utero giusto in tempo per prendersi tutto. Avrò l’uranio nel sangue che si mette a saltellare quando sente parlare di nucleare. Sarà che, alla lontana, sono una dei radioattivi colleghi di Pauli. Ma chi mette all’indice il nucleare senza nemmeno sapere cosa sia, chi parla di radioattività come di un morbo infame senza saperne assolutamente nulla, chi si dichiara paladino della natura per aver votato a un referendum senza sapere che con il medesimo "sì" condannava a morte la ricerca sul nucleare in Italia, chi si riempie la bocca di energie alternative sapendone il giusto nulla… beh, mi fa incazzare.
Sembra quasi che la vogliano, questa catastrofe. Sembra che Fukushima non gli basta. Sembra che vogliano a tutti i costi poter scatenare il panico. Mah!
Ciò detto, torno alla mia tana di scorie, a succhiarmi un ghiacciolo al torio.

 

Annunci

0 thoughts on “Apocalisse nucleare cercasi

  1. LadyMarica 13 settembre 2011 alle 00:11 Reply

    Punto primo, avevo lasciato un commento sulla geografia di Orso passato a miglior vita. E lo avevo lasciato da Berlino, mi mancherà 🙂
    Punto secondo, in Italia la stampa si diverte a incoraggiare, seguire e ingigantire le stupide teorie infondatissime del Volk 🙂 (oh quanto sono snob stasera!)

    Mi piace

  2. Yaxara 13 settembre 2011 alle 08:42 Reply

     @LadyMarica: e come osa iobloggo mangiare i tuoi commenti berlinesi? Maledetto!
    So come agisce la stampa in Italia, ma ieri mi sono veramente alterata. Già il fatto che quando non si avevano ancora le stime reali dell’incidente (e su metà dei siti italiani che ho letto parlavano di esplosione della CENTRALE nucleare) ci fossero già i Verdi a farsi il santino mi ha disturbato. Vabbè, torno a fare colazione a latte e fiocchi di plutonio. 

    Mi piace

  3. Suiren 13 settembre 2011 alle 11:27 Reply

    Anch’io sono rimasta perplessa nel sentire e leggere di ‘esplosioni alla centrale nucleare’…. ben sapendo che lì la centrale non c’è…. mah…
    Chissà perchè si divertono a parlare a caso…

    Mi piace

  4. Yaxara 13 settembre 2011 alle 11:31 Reply

     @Suiren: un po’ di sano allarmismo, suvvia! Potrebbero esserci notizie dall’interno da coprire! 

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: