Nuove vie per il Nirvana

Come sul capo al naufrago l’onda si avvolge e pesa, così lo scazzo esistenziale a un certo punto ti sommerge a mo’ di tsunami e arriva anche la citazione manzoniana. Tanto per dare un’idea.
Koris è attualmente in post-presentazione da una ventina di minuti. Per il dottorando medio (o anche alluce), essere in post-presentazione dà la medesima sensazione della liberazione dopo una settimana di stitichezza: tutti i rifiuti sono stati espulsi, meglio se con alcuni particolari orifizi rimasti indenni. Scorie espulse non importa come, è interessante notare.
Koris ha vissuto in un vortice di follia che è iniziato sabato al ritorno dalle nebbie di Avalon. Che poi lei lo aveva pure detto a Roy Batty che andare a Boulogne sarebbe stato felicemente inutile, a Roy Batty non si discute.
Così Koris domenica ha lavorato part-time.
Lunedì era ponte, ma Koris ha cercato invano di lavorare, prendendosi un’acquazzone sul muso.
Martedì non c’erano autobus, quindi salire a Luminy era hors de question. Lo Stato Maggiore si era convinto che fosse questione di rifare un paio di grafici e la presentazione sarebbe stata pronta. Quindi al pomeriggio ha chiamato un’altra dottoranda sfigata del par suo e se n’è andata ad arrampicare a Pastré. In bici.
Mercoledì il delirio aspettava al varco con gli istogrammi impazziti. Koris si illuse di averlo domato, ricevendo chiamate folli all’una di notte.
Giovedì Koris fece un all-day long di dodici ore in laboratorio, dalle otto e mezza alle otto e mezza, a inseguire un bozzo in un istogramma che giocava a nascondino. La presentazione, nonostante tutto, era pronta. La sera andò in scena un terrificante crollo nervoso, con seguito di seduta di autocoscienza con il suo confessore Whisper. Una di quelle conversazioni che durano fino a notte inoltrata e che contemplano il suicidio come gioiosa soluzione finale.
“C’est la solution de laches!”
“Ou des desésperès”
Venerdì alla riunione di gruppo la presentazione è stata smontata in pezzi infinitesimi. L’autostima di Koris anche. Le simulazioni si sono messe a dare di matto, lo Stato Maggiore le ha seguite. Si sono visti fenomeni paranormali, apparizioni mistiche, Cinesi che hanno lasciato l’ufficio alle sei per andare a una festa. Roy Batty si è piazzato sulla scrivani di Koris mormorando la frase del terrore:
“Stiamo qui finché non ci tornano i conti”
Che per Koris oscillava fra ad libitum e in secula seculorum (amen). Alle nove e mezza passate da un pezzo, anche Roy Batty ha deciso di dare forfait, con l’altrettanto inquietante frase del terrore:
“Continuiamo domani”
Incurante che domani fosse sabato. Incurante che si andasse per le dieci e che davanti a casa Koris ci fosse un campo profughi. Incurante che Koris avesse la faccia dell’omicidio-suicidio pronta all’uso. Fra una cosa e l’altra, Koris è andata a dormire alle due di notte, mortacci sua.
Sabato è il giorno in cui tradizionalmente il dottorando ronfa duro. Koris ha smesso di dormire alle sei del mattino, quando si è resa conto che stava sognando confronti dati-MonteCarlo. Lavorare per lavorare, tanto valeva andare a lavorare in ufficio. Ora di arrivo in laboratorio: sette e quaranta. Roy Batty nemmeno c’era, comparve ore più tardi e si fece inseguire per tutti i corridoi, alla principino, dove siete? Principino, dove state? Ah, perché mi abbandonate? Mi farete disperar. Le simulazioni sono state fatte tornare a forza con magie nere. Le cose avevano un vago senso. Non c’era che mettere a posto la presentazione per il mercoledì successivo. Koris è evasa dal laboratorio alla Lupin, strisciando lungo i muri per non farsi vedere, alle quattro del pomeriggio.
Domenica, al risveglio, Koris ha optato per “oggi gna’a’ fo”. La volontà ha vacillato, è caduta sotto i colpi di una gita ad Allauch. Lo Stato Maggiore decise di rimandare tutto a durante il meeting, tanto la presentazione era prevista per mercoledì.

falesia
Non sappiamo come si chiami questo posto, ma ci piace lo stesso
falesia rossa
La falesia insanguinata, perché no?
macelleria
Qui pare il banco di una macelleria
fichissima
Stupid girl with a reflex, ma lo si fa per rilassarsi.

Lunedì Koris si è svegliata alle 4:45 per trasportare il suo stress su un aereo per Roma. Si è addormentata come ha toccato il sedile dell’airbus, si è risvegliata che la discesa verso Roma era cominciata da un bel pezzo. Raggiunto il luogo del meeting come uno zombie, la ha raggiunta una mail da stalker di Roy Batty che le chiedeva un grafico ulteriore.
“Tanto ho tempo fino a mercoledì, la sessione di analisi dei flussi diffusi è sempre stata mercoledì…”
E invece, sorpresona: spostata a martedì pomeriggio. Panico. Terrore. Grafici che non vengono. Tempo che scivola via. Desideri suicidi. Poi un Russo provvidenziale, il grafico esce. Si impacchetta la presentazione, la si manda a Roy Batty alle sette di sera.
“E ora non apro la mail fino a domani mattina.”
Poscia più che ‘l dolor potè lo scazzo. Koris oggi ha fatto la presentazione in un miscuglio omogeneo di scazzo, disillusione, voglia di farla finita. Tutto sommato, non è andata nemmeno così male come pensava.
Ma la cosa più importante, è fatta.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

0 thoughts on “Nuove vie per il Nirvana

  1. Quella del Sangue di Porco 8 maggio 2012 alle 20:35 Reply

    Ad ogni escursione da weekend richiami scene da macello, tu. Ma l’hai sempre fatto o sto facendo danni io?
    Comunque sono stata un po’ in ansia anch’io, non so se per te o se so che prima o poi toccherà anche a me (tanto già ho scambiato allegramente mail fino alle 3 di notte col prof).

    Mi piace

    • Yaxara 8 maggio 2012 alle 21:15 Reply

      Ci ho fatto caso anche io, ma stavolta mi è venuto in mente guardando la foto. Mandi messaggi subliminali! 😛

      Mi piace

  2. BelleRoseDuPrintemps 8 maggio 2012 alle 21:26 Reply

    Ah, lo scazzo. Che piacevole sensazione. Sto cominciando ad apprezzarne l’universalità. E poi è come il nero, pare stia bene con tutto.
    E comunque se vuoi posso supportarti con la frase altrettanto universale “Che due coglioni”. Che tanto di scazzo abbondo pure io.
    Tanto ammòre per Koris-sorellastra.

    Mi piace

    • Yaxara 8 maggio 2012 alle 21:47 Reply

      Ammetto che post presentazione lo scazzo è un po’ scemato. Solo che ora dovrei fare l’unica cosa sensata della mia vita e andare a dormire, per recuperare un fuso orario che non sia quello del Bangladesh

      Mi piace

  3. Micol 9 maggio 2012 alle 09:00 Reply

    Faccio fatica a seguirti ma.. sei troppo forte! Mi mancavano i tuoi post 😉

    Mi piace

    • Yaxara 9 maggio 2012 alle 09:43 Reply

      Ultimamente non ti sei persa granché 🙂

      Mi piace

  4. Lisette LaNoiosette 10 maggio 2012 alle 14:01 Reply

    La prima parte del commento è una orribile sviolinata, ma sentita: mi piace il tuo utilizzo della reflex. Comprendimi: sono all’interno di un gruppo di amici che si è appena riscoperto per buona metà l’Olivieri Toscani dei miei stivali; fanno foto iper-artificiali, giocando con il fuoco e la regola dei terzi, però, usando come oggetto le solite quattro cose:, quattro paesaggi toscani, quattro pose umane una monotonia assassina. E io obbligata a sorbirmele..
    Tu invece ti sposti e valorizzi davvero quel sistema di lenti e specchi così costoso.

    A parte questo, una domanda: ma esistono foto del fantomatico Roy Btty. A furia di sentirne leggere mi ha incuriosito, anche perché me lo inizio davvero a immaginare biondo, ferito e mezzo nudo sotto la pioggia.

    Mi piace

    • Yaxara 10 maggio 2012 alle 22:31 Reply

      Mi fa piacere che le mie foto ti piacciano. Diciamo che la Provenza aiuta non poco, in codesto caso.
      Per Roy Batty, cerco una foto quanto prima. Nudo e sotto la pioggia non mi conviene immaginarlo troppo, è pur sempre il mio capo…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: