Non portare la tua ragazza ad arrampicare

D’accordo, il bello della coppia è condividere, interessarsi alle passioni dell’altro, essere un corpo e un’anima, amare tutto dell’altro, flatulenze comprese. Eh no, c’è un limite. Ci sono esperienze che non andrebbero mai condivise. Per esempio andare al gabinetto. Ci sono passioni che è meglio che restino proprie.
Una di queste è l’arrampicata.

reverso

Il reverso è sempre molto fotogenico.

Koris e Flu oggi hanno deciso di andare ad arrampicare, perché Koris è riuscita ad avere ancora una volta l’usucapione della corda previa bolla papale e Flu vuole attaccarsi a una falesia prima di ripartire per l’Italia. Scelgono il sito di Baumettes perché facilmente raggiungibile in autobus. Koris teme che essendo il 14 luglio, festa nazionale, ci saranno le vie in overbooking, code chilometriche per affrontare un 5b+, bambini che arrampicano dove non dovrebbero e dove possono assicurare il massimo impiccio. Arrivate sul sito, non c’è un’anima. Probabilmente anche gli arrampicatori normali sono andati a spiaggia.
Koris è a metà della sua via di riscaldamento che dall’alto con i suoi occhi(ali) di elfo vede arrivare una coppia. Lui: abbronzato, coda di cavallo, vene e muscoli a vista, sulle spalle un sacco in cui c’è minimo minimo una corda di sessanta metri e parecchia ferramenteria del caso. Lei è fighetta, biondina, abbronzata ma non bruciata, in fuseaux e camicetta blu. Si avvicinano alla Lou Mistral, la via più difficile del sito, 6a+ liscio tanto per gradire.
Koris pensa che sono una coppia di mostri che si fanno un 6a+ di riscaldamento, mentre lei, la scarsa per antonomasia, è tutta felice del suo 5a+. Flu fa notare che qualcosa non quadra.
“Un altro che ha portato la ragazza ad arrampicare.”
Effettivamente, si capisce dallo zaino di lei: poco capiente a righe bianche e azzurre. Il classico zaino che se sporco si nota. Uno zaino che non è comodo da usare come cuscino in caso estremo. Uno zaino che non regge un paio di chilometri su sentiero scosceso. Uno zaino da cui non ti aspetti che escano cinghie e moschettoni. Uno zaino da persone normali.
Sospetto confermato: dallo zaino normale non esce nulla, lui le allunga imbragatura e scarpette, verosimilmente di quando lui aveva quattordici anni. Quindi le spiega velocemente come assicurare, quindi parte con la sicumera di ogni arrampicatore over 6c a metterle su una 5b. Chiaro che lo fa per lei, fosse per lui sarebbe alla parete dei tetti di Luminy, alle falesie in cui ti domandi se cominciano verso l’alto o verso il basso, cognizione che al terzo chiodo diventa inessenziale.
Koris e Flu, fra una vita e l’altra, si danno all’osservazione sociologica. Lei il 5b non sale, nemmeno da seconda. Fighetta e belloccia quanto vuoi, ma in falesia non è quello che conta. Va bene la muscolatura da step e aquagym, ma in catena non ci vai se l’avambraccio non ce l’hai e soprattutto se non vuoi rovinarti le unghie. Koris e Flu, che hanno i palmi delle mani ricoperti di cartavetro e sono vestite come nessuna madre vorrebbe mai vedere la propria figlia, provano cattivi sentimenti.
“Che poi mi domando perché. Hai il ragazzo arrampicatore? Lascia che arrampichi. Così non si diverte né lei, che è chiaro che vorrebbe essere spalmata sulla spiaggia di Cassis a sorseggiare pignacolada, né lui, che si farebbe più volentieri un 7b morfologico.”
“Eh, ma sai, la gente diventa anche gelosa quando tutti i week-end si sente rispondere ‘sabato faccio un tiro a La Chandelle, domenica una via lunga alle Gorges du Verdon’. Magari pensa che ha l’amante”
“Se non gli va bene, che cambi ragazzo”
“Mica è così facile, raramente il cervello umano fa cose logiche”
“Magari lei lo ha ricattato. Una giornata di arrampicata come buono per quindici sedute di shopping da tre ore l’una e quattro cene di pesce. Credo che lui soffrirebbe quanto lei adesso”
“Comunque io non uscirei mai con un arrampicatore, vorrei fare anche altro nella vita”
“Eh, il problema sorge se all’inizio l’arrampicata è stata una tua idea…”

imbrago

Un imbrago e scarpette. Altro che tacchi a spillo e guepière.

A meno che non si tirano giù dal letto innocenti la domenica mattina ad ore improponibili, assillandoli per andare ad arrampicare, ma solo per arrivare sul sito e piantarsi in lacrime e panico a metà di un 5c. In questo caso si è Koris, e i problemi sono ben altri.

Annunci

Messo il tag:, ,

14 thoughts on “Non portare la tua ragazza ad arrampicare

  1. Aislinn 14 luglio 2012 alle 17:35 Reply

    raramente il cervello umano fa cose logiche
    Ecco. Hai detto tutto. D’oh!

    Mi piace

    • Yaxara 14 luglio 2012 alle 17:39 Reply

      Eh, questo lo sappiamo tutti. Peccato che non lo ammettiamo…

      Mi piace

  2. Viola 15 luglio 2012 alle 06:50 Reply

    ok, io vorrei focalizzare l’attenzione sulla cosa di cavallo di lui.
    [ma anche sul fatto che è la terza volta che inserisco questo codice di biiiiiiiiiiiippp]

    Mi piace

    • Yaxara 15 luglio 2012 alle 07:11 Reply

      In realtà era un codino e nemmeno troppo voluminoso. Un tempo avevo un debole per gli uomini dotati di coda. Un tempo.

      Mi piace

      • Viola 15 luglio 2012 alle 07:27

        negli anni 90 spero -.-

        Mi piace

      • Yaxara 15 luglio 2012 alle 07:30

        No, no, fino al 2009. Poi uscii con uomo appartenente al genere e decisi di smettere.

        Mi piace

      • Viola 15 luglio 2012 alle 07:32

        la pratica è sempre il miglior modo per imparare!

        Mi piace

      • Yaxara 15 luglio 2012 alle 07:35

        In verità si scoprì dopo che la coda era la sua parte migliore. E ho detto tutto.

        Mi piace

  3. Fradicuneo 25 luglio 2012 alle 08:57 Reply

    Il mio moroso ed io procuriamo di non arrampicare e non andare in piragua insieme, si possono generare crisi matrimoniali importantiin certe situazioni…quindi evitamo jejejejje

    Mi piace

    • Yaxara 25 luglio 2012 alle 09:00 Reply

      Cosa buona e giusta, a ognuno il suo ambito!

      Mi piace

  4. Quella del Sangue di Porco 26 luglio 2012 alle 16:39 Reply

    Io ho ancora un debole per gli uomini dotati di coda, anche se un tempo vedevo SOLO gli uomini dotati di coda.

    Ma cosa se ne fa un uomo con uno zaino di una signorina così?
    http://www.lighthuntershop.com/zaino-e-meglio.html

    Mi piace

    • Yaxara 26 luglio 2012 alle 16:47 Reply

      Sono uomini pericolosi, lo dico per esperienza. Soprattutto ora che sono anche io dotata di corda (gialla e verde, ma pur sempre corda).

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: