Alcune cose per cui vale la pena

Il fratello Orso che si laurea con 110 e lode, commissione in piedi e quaranta gradi all’ombra, in un’aula con 120 laureandi e annesso parentado, ivi compreso un casino che pareva d’essere all’Olimpico o al mercato del pesce, a seconda dei momenti. Che poi si invecchia e quasi ci si commuove, così le foto vengono pure mosse.

Tornare a casa e trovare una tarte aux pommes ad attenderti. Probabilmente la venticinquenne media preferirebbe un uomo ignudo in posa plastica e muscoli scolpiti da Fidia, ma si sa, Koris è a sé.

Comprarsi una corda. Che detto così pare il prologo di un suicidio, invece no, non ancora. La corda nuova, gialla e arancione, con un corredo di rinvii bianchi che si sporcheranno solo a guardarli.

Trovarsi su un 6c+ e farsi le ginocchia viola per la testardaggine. No, ok, forse questo si poteva evitare. Gli avambracci sentitamente ringraziano. Per non citare il moschettone che cade da dieci metri in linea d’aria sulla sua testa l’unica volta che ti dimentichi il casco a casa.

La farinata di cipolle che viene al primo colpo. Un rigurgito di orgoglio di Merdopoli, degradata da provincia a nulla cosmico nel dominio genovese come secondo la migliore tradizione. Quindi si torna ad essere ciciolli vilipesi persino dai Valbormidesi, che è tutto dire.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: