Zen, neutrini e comunicazioni umane

A qualunque essere umano si sia immaginato Koris (come del resto era stato previsto, ma non ne parliamo) in zaino e persa fra i boschi delle Alpi, secondo l’antico brocardo che recita “a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca”, ebbene diremo che si è sbagliato.
Della grossa, per altro.
Koris è al suo nono giorno di lavoro consecutivo, perché bisogna fare, bisogna finire, bisogna andare potentemente a fare in culo… no, volevo dire, bisogna e basta.
“Sei tu che hai scelto, potevi sempre dirgli di no”
Facile a dirsi, impossibile a farsi, se il tizio che scompensa, nella fattispecie il Replicante, ha tutti i coltelli, pugnali, sciabole e armi bianche di sorta dalla parte del manico. Koris ha subito, ha passato una settimana di cacca, un week-end in lacrime senza speranza. Ha visto morire non uno, ma due ponti all’insegna del “bisogna fare”, ha tentato il suicidio col pelapatate.
Poi ieri è giunta alla conclusione che l’ulcera epatica non è un buon modo per terminare il dottorato, quindi l’incazzatura va condivisa. Ieri si è incazzata, ha detto il suo primo no e oggi va un po’ meglio.
Fino alle mail del Replicante, che si dimostra incapace di qualunque comunicazione umana standard. Del resto uno che scrive una mail contenente solo un “notizie?” alle otto del mattino di domenica, qualche problemino sociale lo ha di certo. A Koris è stato suggerito di rispondere “sì, dormito bene, ora faccio colazione, peccato che piova”.
Giove Pluvio, grande alleato di questo ponte mancato, la divinità olimpica che ha scatenato un tempo di merda su tutta la Francia. Forse lo ha fatto perché Koris non soffrisse troppo. Koris gli promette un’ecatombe di grandi dimensioni, col Replicante come antipasto.
Comunque, il Replicante non sa inquadrare le problematiche, è un supremo signore del mobbing a livelli nipponici e sta esagerando. Koris non ha il dente avvelenato, è più una dentiera intera. Oggi manda una mail che recava “L’efficacia dei tagli fa schifo”. Si è poi scoperto, cosa che era anche abbastanza evidente (uno po’ meno per Koris, che sta annegando nel multitasking forzato), che c’era uno zero in meno durante una trascrizione. Poteva farsi venire il dubbio. Poteva riformulare la sua comunicazione. Poteva provare con una formula di cortesia. No, eh?

E non è contento se tutti attorno a lui non sono in preda al panico, alla nausea e tentano il suicidio!

Uguale, insomma. E manco un incoraggiamento.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

2 thoughts on “Zen, neutrini e comunicazioni umane

  1. mezzastrega 30 aprile 2013 alle 16:09 Reply

    continuo a chiedermi cosa sia l’ulcera epatica. Conosco la cirrosi epatica, la rottura epatica (brutta bestia)…. ma l’ulcera no.

    Tieni duro… finirà, finirà presto.
    E lui rimarrà lo stesso essere piccolo e misero… non si può fare nulla, perché l’unico che potrebbe è lui ed evidentemente non vuole.

    Le persone cambiano solo per se stesse, non per la richiesta di qualcuno

    Mi piace

  2. Jacque 2 maggio 2013 alle 17:42 Reply

    Tieni duro, ce la puoi fare.
    Spero arrivi la primavera pure in Francia, a ‘na certa. Qua ancora facciamo le bizze.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: