Tutto Natale minuto per minuto

Ore otto: Koris si sveglia dopo un sogno movimentato in cui doveva andare in treno da Carcare a Chambéry e Orso guidava una Panda verde acido. Vista l’assurdità, decide di girarsi dall’altra parte e ronfare ancora. Del resto fuori c’è la tempesta perfetta.

Ore nove: comincia lo spacchettamento. Koris si trova due volumi de “La ruota del tempo” e un tomazzo di storia di Frédéric Hulot, per un totale di più di 3600 pagine. Come riporterà tutto in Francia è un mistero. Gli altri in famiglia si scambiano profumi. A quanto pare ognuno pensa che l’altro puzzi.

Ore dieci: l’Amperodattilo resuscita le verdure la pinzimonio guardando Totò con la supervisione di Orso, Spin si abbuffa dei resti di vitello tonnato, U Babbu è fuggito di casa con la scusa delle sigarette (ricomparirà più tardi con un sottovaso volante, vittima della tempesta).

Ore undici: Koris gioca a Caesar III come i bambini cretini, lamentandosi che i suoi cittadini non pagano le tasse. Arriva l’economOrso, alza le tasse e abbassa gli stipendi, da bravo liberista. La città si svuota causa cuneo fiscale, solo una manovra demagogica riesce a salvare la situazione in extremis.

Ore undici e mezza: arriva l’altra parte della famiglia. Koris riceve altro cibo per le camole ma anche no, quello che appena spacchettato pareva un pigiama da arrampicata e una bussola. Orso invece un paio di fantastiche calze chic con le ranocchie

Ore dodici: si mangia ad orario di Zurigo, ma si è seduti a tavola e tanto vale approfittarne. Si parla del Vunciume, perché a Natale è sempre bello raccontare storie scabrose di famiglie disadattate, soprattutto se hanno qualcosa a che fare con i presenti. Nel mentre U Babbu si suicida a colpi di bollito e bagnetto piemontese.

Ore tredici e quarantacinque: l’Amperodattilo, in piena possessione delle Erinni, mette il profitterol nel microonde. Il dessert che è come ogni uomo dovrebbe essere (dolce ma con le palle) non  gradisce e la panna si liquefa in maniera ignobile. Koris in versione Bastardchef (“Ti pare bello questo? Mazzato profitteol! Vuoi che muoro? Ora arriva tua gatta, mette te in microonde e ti piscia su gamba!”) non glielo perdonerà mai.

Ore quattordici: Orso e la Cuginastra riversi sul divano prisi di sensi. Qualcuno guarda “Il Divo” a volume a palla. Koris si attacca al pc e si abbruttisce di Caesar III per costruire Capua. Resterà disconnessa dalla famiglia per un tempo indeterminatamente lungo, immersa nella gestione del suo impero, mentre fuori dalle finestre infuria la tempesta. Ogni tanto la famiglia si fa viva dando noia a Spin, ma Koris ha da costruire magazzini.

Ore diciotto (stimate): l’Amperodattilo fa una chiamata per giocare a tarocchi come secondo tradizione. Orso e U Babbu guardano “Manuale d’amore”, ZuVenturinu conta i punti in maniera probabilmente approssimativa, se la prende quando ha troppe lecce o se la parte cade in mani altrui. Gergo da osteria di altri tempi. Koris gioca in maniera distratta, biasima “Manuale d’amore” perché non è aria per i film a sottofondo romantico.

Ore venti: si bivacca a salame e arachidi. Pianificando cosa fagocitare domani.

Ore ventuno e trenta: la famiglia torna ai suoi quattro effettivi più cuscino di pelliccia. Orso e U Babbu (quest’ultimo oppresso dal singhiozzo) guardano un film che non fa ridere. L’Amperodattilo pulisce. Koris deve finire il post. Poi magari porterà a termine la costruzione della sua colonia romana.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

11 thoughts on “Tutto Natale minuto per minuto

  1. tetto 25 dicembre 2013 alle 22:48 Reply

    O mio dio… il profitterol nel microonde?? questa non l’avevo mai sentita.

    Mi piace

  2. tetto 25 dicembre 2013 alle 22:48 Reply

    Giornata da sballo, comunque!

    Mi piace

    • yaxara 31 dicembre 2013 alle 11:09 Reply

      Uno dei migliori natali degli ultimi anni.

      Mi piace

  3. altrirespiri 29 dicembre 2013 alle 13:37 Reply

    che il profiterol sia come ogni uomo dovrebbe essere… non ci avevo mai pensato.

    ma freddo o caldo? (l’uomo deve essere?)

    Mi piace

    • yaxara 31 dicembre 2013 alle 11:09 Reply

      Sono in un periodo particolare della mia vita, quindi l’uomo è meglio freddo: rigor mortis, in pratica.

      Mi piace

  4. altrirespiri 31 dicembre 2013 alle 12:37 Reply

    uhm…
    almeno questo periodo me lo sono risparmiato, quest’anno…

    Mi piace

  5. vidaemquadrinhos 1 gennaio 2014 alle 18:32 Reply

    Auguriiii! ❤

    Mi piace

  6. fradicuneo 2 gennaio 2014 alle 11:36 Reply

    Il mio natale ha avuto altri numeri, per quel che riguarda orari, numero di parenti, quantitá di cibo e dolci ingurgitati…nel paese delle persone invincibili non si scherza. Tra una settimana ripetiamo il natale in italia, con qualche settimana di ritardo 🙂

    Mi piace

    • yaxara 2 gennaio 2014 alle 12:32 Reply

      Auguri allora per il doppio Natale 😀

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: