Da zero a casa

Koris non credeva fosse possibile passare da un delirio di cartoni, zaini e pezzi di mobili a una casa accogliente in poco più di 24 ore. Ma i Maiores sono espertissimi in montaggi d’emergenza e hanno fatto il miracolo ancora una volta.
Ora in quei trentacinque metri quadrati c’è un forte odore di pino e nessun cartone, cassetta della frutta poggiata per terra o chi per esso. Per U Babbu, ciò è motivo di grandissima soddisfazione.
L’Amperodattilo, nominatosi ambient creator, terminato il montaggio compulsivo di qualunque cosa possedesse bulloni e istruzioni, ha cominciato a infilare ganci ovunque ci fosse un buco. Risultato: Koris potrebbe mettere su una macelleria fra le quattro mura di casa.
Il ritorno della lavatrice dopo un anno e mezzo di latitanza dalla Koris-vita è stato celebrato con lavaggi a oltranza. Il cesto della roba sporca, tuttavia, rigurgita ancora di panni smaniosi di un giro in ottovolante con centrifuga. Koris sta vivendo la stessa esperienza di una casalinga degli anni ’50 all’arrivo degli elettrodomestici. Quindi si accovaccia sul pavimento tricolore del bagno e guarda i panni che girano nel cestello, in un’ottima imitazione del gatto di casa.
Koris ora ha un armadio, enorme e semivuoto perché dove passa l’Amperodattilo i cassetti si svuotano in nome di Dio Repulisti. Una sorta di cavaliere dell’Apocalisse per tutti quegli indumenti conservati gelosamente con la scusa “massì, un giorno lo metterò”. Per l’Amperodattilo, nella sua ricerca di vuoto zen, quel giorno è un futuro troppo remoto per essere preso in considerazione, mentre il bidone odierno è una solida realtà a cui votarsi.
La casa è stata ribattezzata “la casa delle libertà” ove ognuno fa un po’ cosa ‘azzo gli pare, oppure anche “la casa dei cazzi altrui”, siccome dal suo quinto piano con doppio balcone domina tutto il quartiere della Plaine. U Babbu ha approfittato delle pause nel trasporto della rumenta per farsi gli affari di trentamila persone sottostanti.
Unico neo: la connessione latita, alla società dei telefoni fanno gli gnorri per quanto Koris urli contro i centri assistenza. Ma la vincerà anche su quella, statene certi. Sempre se finirà le lavatrici prima del 2024.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

9 thoughts on “Da zero a casa

  1. altrirespiri 3 febbraio 2014 alle 14:10 Reply

    Le lavatrici, magicamente, smettono di essere troppe, così, non si sa come. In compenso si ha un sacco di roba da asciugare…

    Sono contenta che ora è tutto a posto, è una bella sensazione l’ordine ambientale, anche se transitorio.

    Mi piace

    • yaxara 3 febbraio 2014 alle 14:16 Reply

      “Tutto a posto” è un po’ un eufemismo, e quando guardo la casa in ordine penso che sarebbe bello condividerla. Ma ogni tanto è meglio avere una lavatrice, piuttosto che uno che ti impedisce di usarla.

      Mi piace

      • altrirespiri 4 febbraio 2014 alle 14:26

        Sono una fanatica della condivisione, ma a volte non dover condividere, per un po’, può essere molto utile. Si imparano tante cose su se stessi.
        Si guarda da un punto di vista diverso.
        Può quasi essere riposante.
        E se qualcuno mi impedisse di usare la lavatrice, rischierebbe grosso!

        Mi piace

  2. Jacque 3 febbraio 2014 alle 14:14 Reply

    Uno yeah! per la casa nuova *-*

    Mi piace

    • yaxara 3 febbraio 2014 alle 14:16 Reply

      Grazie cara! Appena posso (leggasi, mi ricordo) posto due foto!

      Mi piace

  3. evilocianuro 3 febbraio 2014 alle 15:03 Reply

    In bocca al lupo con la nuova casa!

    Mi piace

    • yaxara 3 febbraio 2014 alle 15:08 Reply

      Crepi! Anche se ormai non c’è più nemmeno un cartone ed è già cosa ottima.

      Mi piace

  4. fradicuneo 3 febbraio 2014 alle 18:57 Reply

    Ma che carini l’amperodattilo e U Babbu a venire ad aiutarti!!!

    Mi piace

    • yaxara 4 febbraio 2014 alle 11:47 Reply

      Orso è in America, loro hanno bisogno di prendersi cura di qualcuno. 😀

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: