I missili dell’Amperodattilo ed altre amentià

Che poi c’è da mettere in conto che quando uno torna a casa non è più allenato a certi scambi di battute, la vescica neppure e tocca correre in bagno (tipicamente occupato da Orso).
L’Amperodattilo si lamenta di Spin-guercia e della sua muta estiva, soprattutto quando impiccia i suoi piani quinquennali di pulizie.
“A me ‘sti stracci da cucina che quando li prendo solo pieni di peli di fatto fanno venire voglia di lanciare dei missili!”
E il meteo non aiuta a placare gli animi. Il pacifismo non è roba da Amperodattili.
“Dove sono i temporali, i fulmini, i missili che vengono da nord che avevano previsto? Questo è solo puro e semplice tempo di merda!”
A chiunque voglia approfondire la questione balistica, viene data una spiegazione logica che non fa una piega.
“Lancerei dei missili di liquami perché il mondo è uno schifo!”
Ma no, c’è una ragione a tutta questa belligeranza. Una sinestesia, per così dire.
“Missili? Lo dico perché sono in versione supposta. Che l’altro giorno ho visto una medusa al mare (n.d.K. una velella) e credevo fosse l’involucro di una supposta”

velella

Meduse che sembrano supposte. Attenzione a dove si infilano.

Poi ci sono le turbe mentali di Koris. Ma si minimizza perché caricarsi di vunciume non fa parte della psicologia degli Amperodattili.
“Tu ti monti la testa eccome! Ti fai delle idee talmente montate che farebbero invidia alle teste cotonate degli anni ’60”
Orso non aiuta, caustico e pontificante fra i suoi belin. Tanto la sorella ha le spalle larghe e sopporta.
Per fortuna che poi la si butta in caciara e si va a mangiare. Con disquisizione sulle salse, dal gourmet di casa abituato ai gusti più sopraffini, dal fritto cinese alla sopraffina cucina americana.
Orso: “Ci vorrebbe un po’ di tabasco”
Amperodattilo in astinenza: “Tabacco! Sì, a chili! E non dire certe brutte parole!”
Insomma, la famiglia non è ancora pronta per la multiculturalità. E forse nemmeno per l’Italia unita.
U Babbu: “Si può avere del peperoncino?”
Orso: “Tieni, c’è ‘sto qui se non è cannella”
U Babbu: “Una volta ce l’ho messa per davvero, sulla pasta”
Amperodattilo: “E io non gli ho detto niente, lo ho ben lasciato fare!”
Pertanto è meglio ripiegare su un piatto più familiare.

velella

Domenica gnocchi fatti dalle zampe dell’Amperodattilo.

Solo che nemmeno il talento fotografico viene doverosamente riconosciuto.
Amperodattilo: “Ma ho le mani da mummia!”
U Babbu: “Gli gnocchi usciti dal film del Re Scorpione!”
Amperodattilo: “La mummia di Cheope che fa gli gnocchi nella piramide di Tutankamon”
Koris: “Veramente Tutankamon aveva la tomba nella Valle dei Re”
Amperodattilo: “Una roba del genere”
Il prossimo transito da Merdopoli è previsto per il 2018. A bordo di un missile.

Update: ci siamo dimenticati di riferire che l’installazione di un ping-pong nella sala condominiale non ha giovato ai rapporti familiari. Dopo aver dato alla figlia una statura media fra Gimli, Brontolo e Tyrion Lannister (“Tranne le spalle” aggiungerebbe Orso), l’Amperodattilo sghignazzava.
“Ho trovato il tuo punto debole: i tiri alti!”
La permalosissima Koris si è vendicata tirando palline che erano cannonate. Ma l’Amperodattilo c’ha culo, si sa.

Annunci

Messo il tag:, , , , ,

6 thoughts on “I missili dell’Amperodattilo ed altre amentià

  1. Fannes 18 giugno 2014 alle 09:26 Reply

    Ma le meduse non sono trasparenti? che roba geneticamente modificata avete lassù?

    Mi piace

    • yaxara 18 giugno 2014 alle 09:28 Reply

      Boh! Io non ho messo piede a spiaggia, parlo per sentito dire e la foto è di wikipedia 😛

      Mi piace

      • Fannes 18 giugno 2014 alle 09:29

        Cioè io le meduse le conosco così

        o così

        Mi piace

      • yaxara 18 giugno 2014 alle 10:48

        Mai nuotato assieme a una medusa viola? sono stilose!

        Mi piace

      • Fannes 18 giugno 2014 alle 10:49

        Ah dici quelle piccinepicciò che frizzano di più?

        Mi piace

      • yaxara 18 giugno 2014 alle 10:52

        Ho avuto il piacere di vederle anche non cosi’ piccinepiccio’, ma si’, frizzano un sacco.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: