In preparazione

Cuore di mamma:
“Ma guarda ‘sti due morti di fame!” esclama l’Amperodattilo mentre Koris e Orso mangiano la pasta delle lasagne. Cruda.
“Secondo te si può surgelre il ragù?” si chiede sempre l’Amperodattilo, mentre guarnisce una delle due paste al forno.
“Ma che vuoi surgelare due cucchiaiate, belin?!” risponde l’Orso, impossessandosi della pentola e facendosi orride tartine a base di ragù e lasagne crude. Ogni tanto, colto da filiale pietà, ne lascia un cucchiaio per suo padre.
“Non c’è niente di più buono del ragù!” proclama U Babbu in uno dei suoi andirivieni fra casa e cantina. Cantina che deve essere una sorta di Triangolo delle Bermuda merdopolese, in quanto inghiottisce U Babbu a intervalli regolari per un tempo arbitrariamente lungo, senza lasciarne traccia.
“Ma perché faccio le cose buone solo a Natale che poi non me le godo?” si chiede l’Amperodattilo “Ora mi faccio una pasta al forno coi carciofi tutta mia”
L’Amperodattilo come Antonio Razzi.
“Una tua alunna ha messo un like su Facebook alla foto che ho messo in cui tu fai la pasta al forno” annuncio Orso, un plantigrade e il suo iPhogne,
“Bene! Che vedano che la loro professoressa non sa fare solo latino! Quelle merdacce…”
Oltre che cuore di mamma, l’Amperodattilo è anche cuore di prof.
Koris scopre un flash anni ’80 e se ne appropria all’urlo di “giocattolo nuovo!”. Orso scuote la testa, nel vedere che ancora una volta la ruota dell’economia, anziché girare, si inceppa sulla sorella.
“Almeno vedi di usarlo per le foto di interni, o diventiamo tutti epilettici”
“Dov’è U Babbu? Ancora su internet? Vallo a prendere per la pelle delle chiappe che ci sono le pentole da asciugare. Orso! Vieni qui a stritolare il castelmagno per gli gnocchi!” ordina il generale Amperodattilo dalla cucina, mentre tratta i carciofi avanzati da avanzo di galera.
“Io ci sto praticamente facendo il bagno, nel castelmagno” annuncia Orso, sepolto da chili di formaggio.
“Ma basta! Ma quanto ne prepari! Basta! Taglia un po’ di salame!” comanda l’Amperodattilo.
“Eh, belin, taglia un po’ di salame, cazzo, muoio!”
“Ma io la soupe à l’oignon non la faccio, la lascio per Santo Stefano. Tanto domani abbiamo anche le patatine” prosegue l’Amperodattilo, seguendo la sua linea di pensiero.
“Natale con le patatine! Ma belin, e poi cosa? Hamburger di ceci? Come siamo caduti in basso!”
L’agenzia di rating di Orso deve avere appena declassato la famiglia. Del resto non c’è nemmeno una forchetta acconcia per servire la pasta, segno di soglia di povertà.
E domani pronti per un “Tutto Natale minuto per minuto”.

Edit: Koris “Ma come, hai un post-it per ricordarti le date di quando arrivo e quando riparto?!”
Amperodattilo: “Sì, è per dare l’allarme”

Annunci

Messo il tag:, , , , ,

5 thoughts on “In preparazione

  1. Quella del Sangue di Porco 25 dicembre 2014 alle 08:37 Reply

    Aspetta.
    Voi vi rotolate nel Castelmagno?
    Non ho potuto continuare il post, ero annebbiata dal pensiero del Castelmagno.
    Il Castelmagno.
    Ciao.
    Ciao.
    Io faccio una fatica immane, e a volte vana, per trovarlo. Lo amo. Addio. Castelmagno.

    Mi piace

    • yaxara 25 dicembre 2014 alle 08:39 Reply

      Orso ha un amore sconfinato per il castelmagno, U Babbu pure. La quantità usata ieri era da bagno in vasca idromassaggio di dimensioni importanti!

      Mi piace

      • Quella del Sangue di Porco 25 dicembre 2014 alle 13:31

        Vi invidio molto, l’ho scoperto a una fiera nella settimana degli amori eterni, quando ho incontrato per la prima volta pure dell’erborinato ai frutti di bosco e il taglialegna.
        Da noi non ci arriva, c’è solo un oste che s’imbarca e va a fare rifornimento e io lo guardavo con gli occhi lucidi quando ce lo raccontava.

        Mi piace

  2. altrirespiri 27 dicembre 2014 alle 20:51 Reply

    il ragù si può congelare. Io lo faccio sempre, in piccole scatole monoporzione (abbondante) per il principe, che quando rientra da scuola mangia solo pasta al burro o al ragù.
    E si può congelare anche la lasagna, sia al ragù, che ai carciofi, che al radicchio… Al radicchio si può fare in un sacco di diverse versioni…
    E se per caso aveste una stufa a legna, dovreste far cuocere la sfoglia cruda là sopra, e mangiarla croccante 😉

    E mi pare un Natale in regola, il vostro

    Mi piace

    • yaxara 28 dicembre 2014 alle 22:02 Reply

      Il ragù è stato preso in cura da Orso che lo ha fatto sparire, per quanto in ingenti quantità…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: