Ode all’andare fuori dal cazzo

(Post contenente linguaggio scurrile, inadatto ai minori di 14 anni. Così Fannes è contento)

C’è un nuovo mistero della scienza che fino ad oggi resta insoluto, una domanda fondamentale a cui nessuno, divinità o mortale, ha ancora dato risposta: perché quelli che millantano di volersi togliere dalle palle in realtà poi sono sempre qui?
La sintomatica è sempre la stessa: manie di grandezza, sindrome del Gesù Cristo de’ no’ antri, caduta dall’alto con diarrea verbale autorefenziale. Un malessere dei nostri tempi, gente così alternativa da voler uscire dalla massa e distinguersi millantando vocazione da Crociato del condominio. Caso tipico:
“Ad ogni modo ora sono qui, ma l’anno prossimo non mi vedrete più in quanto sto progettando di andare a portare i confini dell’agricolatura del fagiolino su Urano”
E tu, nella tua gretta, ordinaria e noiosa normalita, sei persino contento che se ne vada a portare i confini dell’agricolatura del fagiolino su Urano. Cioè, sei contento che se ne vada tout court, tanto peggio per i fagiolini su Urano, di cui non te ne rega una beatissima minchia (ma ti spiegano più volte tutti i dettagli della loro gloriosissima impresa). Cazzi degli alieni.
E invece no. Mica che tali individui desistano dall’aspettativa, nah, che vi credete? Sarebbe troppo fottutamente facile ammettere che Urano è un posto di merda e che tutto sommato il confort del pianeta Terra e dei suoi fagiolini nel banco frigo è troppo difficile da abbandonare. Oh, no. È il mondo a non comprenderli, a trattenerli con le sue inezie, come se il loro culo fosse stato catturato a tradimento dal campo gravitazionale del buco nero Sagittarius A.
“Colpa del mio gatto, cosa vuoi, non riesco a convincerlo a vivere senza microonde e l’ESA non mi lascia caricare il microonde sul vettore Ariane, se viaggio coi semi di fagiolino”
Ah-ah, certo. Epperò intanto resta qui a fracassare le palle con i suoi bei progetti. Mica come te la cui massima aspirazione è vivere una vita tranquilla e a modo tuo. Tu, con limitata immaginazione agricola che non immagini nemmeno le possibilità dei legumi su un pianeta gassoso. Tu, che imbrigli i sognatori nella cupa realtà dell’esistenza e spari alla loro propopulsione per volo pindarico.
Ecco, qui si vorrebbe rivolgere un appello ai futuri salvatori dell’umanità di staminchia: volete togliervi dal cazzo? Andate. Ma andate DAVVERO. Vendete il gatto, andate su Urano a piedi, costruitevi un microonde con tecnologia aliena una volta giunti in situ. Fottesega.
Basta che andiate verso l’infinito e oltre, ma soprattutto fuori dalle palle. E smettete una buona volta di spannocchiare la minchia alla sottoscritta coi vostri sogni nel cassetto. Realizzate i vostri bei sogni di gloria e nei cassetti teneteci le mutande.

Annunci

Messo il tag:, , ,

14 thoughts on “Ode all’andare fuori dal cazzo

  1. altrirespiri 18 gennaio 2015 alle 19:39 Reply

    il gatto posso prenderlo io, se è utile. Purchè sia un gatto a modo.

    Mi piace

    • yaxara 18 gennaio 2015 alle 19:44 Reply

      Ah, io non mi sento di garantire per il gatto di certa gente, manco se trattasi di felino metaforico…

      Mi piace

      • altrirespiri 19 gennaio 2015 alle 11:53

        l’ho pensato… per questo ho specificato. Cara dottoressa… è tutto un manicomio…

        Mi piace

  2. Fannes 19 gennaio 2015 alle 15:27 Reply

    La presenza di così tante parolacce è compensata dalla presenza del verbo spannocchiare, che da solo vale la lettura del post.

    Mi piace

    • yaxara 19 gennaio 2015 alle 16:14 Reply

      Ho messo il warning, pero’!

      Mi piace

      • Fannes 19 gennaio 2015 alle 16:15

        Lo sai che sono un bambino, se metti un warning ci vado a maggior ragione!

        Mi piace

      • yaxara 19 gennaio 2015 alle 16:32

        Allora la prossima volta metto il filtro anti-Fannes! 😛

        Mi piace

  3. VenusDeMilo 20 gennaio 2015 alle 15:42 Reply

    Adoro! (Ti leggevo tempo fa… Forse Federica ti dice qualcosa… Ad ogni modo, I’m back)

    Mi piace

  4. fradicuneo 21 gennaio 2015 alle 12:54 Reply

    Potrebbero pure stare, ma smettere di scassare….

    Mi piace

    • yaxara 21 gennaio 2015 alle 13:45 Reply

      Ma se se ne vanno non hanno nemmeno il problema di cadere nella tentazione di scartocciare annessi e connessi al prossimo…

      Mi piace

  5. tetto 22 gennaio 2015 alle 09:42 Reply

    La gente in genere si limita a fare gran dichiarazioni d’intenti. Poi non passa mai dal pensiero alla prassi. In compenso però rompe molto le palle strada facendo!! solidarietà a te!

    Mi piace

    • yaxara 22 gennaio 2015 alle 10:12 Reply

      Grazie per la solidarietà. Ma ora evitero’ certi elementi. Per il bene del mio fegato.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: