Il sonno della ragione: il Crudivoro

Rivisitazione in chiave moderna della favola di Esopo, “La volpe e l’uva”. Solo che ora la volpe ammette che l’uva sarebbe anche matura, però non è a chilometro zero e si vede che è trattata col vederame.

Può capitare che arrivando in una casa in affitto la cucina non sia equipaggiata e faccia bella (?) mostra di sé solo un lavandino bianco su pareti bordeaux. Non è una tragedia, si può rimediare facilmente. Le cucine a gas non vengono forgiate esclusivamente nelle fucine delle Miniere di Moria. Il mistero del forno elettrico non è appannaggio esclusivo di Maestro Yoda. Le piastre a induzione non fanno parte dei segreti di Fatima. Si tratta piuttosto di oggetti di uso comune che, anche se non reperibili sotto casa, sono di facile accesso nel XXI secolo.
Cotanto miracolo tecnologico ha una pecca sostanziale: costa.Scartata l’ipotesi di una rapina da Darty (anche perché scappare col malloppo sarebbe stata cosa assai complicata), una soluzione al problema si prensetò da sé.
“Basta convertirsi alla dietra crudivora!”
Immaginate un primo piano sulla faccia interdetta di Koris, essere umano che sopravvive solo se al mattino ha latte e cacao e il cacao notoriamente nel latte freddo non si scioglie (ed è già un mese che sputa l’anima fra i denti al mattino ciucciando grumi di cacao rappreso).
“Dieta crudivora? Nel senso che mangiamo tutto crudo? Passi per l’insalata, ma i legumi? La carne? La pasta?” (che Koris sarà poco patriottica quanto vuoi, ma la pasta è quasi una questione di orgoglio nazionale)
“Fa bene alla salute. I cibi cotti a lungo andare fanno male, sono cancerogeni”
“I cibi carbonizzati sono cancerogeni”
“No, no! Tutti sono in una certa maniera cancerogeni. Del resto la cottura snatura i nutrimenti presenti, dopo i 40 gradi uccide le vitamine e allora è inutile mangiare verdura, se uccidi le vitamine. Le proteine si degradano e si riempiono di mutogeni”
“Doveva essere proprio un coglionazzo l’homo erectus che ha pensato per primo di cuocere il cibo, eh, già… poi la gente emula per moda ed è un attimo che si finisce ad avere tutti la cucina a gas in casa…”
“È stato scientificamente provato che i cibi cotti sono meno digeribili”
“Sarà, io li digerisco benissimo. Devno essere stati i mutogeni, sono diventata una Tartaruga Ninja magiatrice di pizze”
Si alza un dito ammonitore. E lì un occhio allenato capisce subito che si può decretare la morte della dialettica. Dito ammonitore batte logica come sasso batte forbice. Prepararsi a una salva di minchiate.
“Leucocitosi digestiva”
“Che è, se magna? Cruda, immagino”
“Leucocitosi digestiva significa che quando mangi cibo cotto il tuo sistema immunitario si attiva. Insomma, lo riconosce come una tossina e lo attacca. Cosa che non succede col cibo crudo. Se ci pensi bene, quando mangi cotto sei appesantita, mentre se mangi crudo non ti accorgi nemmeno di digerire. Del resto il cibo cotto non è naturale, nell’ambiente mica si trova già cotto. Sono stati fatti degli studi al riguardo”
I famosi “test clinici dimostrano…”, validi dal deodorante agli assorbenti, passando per il dentifricio. Rigorosamente al di fuori di un laboratorio, of course.
“Scusa, mi stai dicendo che l’umanità ha preso fischi per fiaschi per una milionata di anni? O c’era la lobby di Prometeo dietro a tutto ciò?”
Dito ammonitore più sorriso furbesco. Scappate a nascondervi che arriva la risoluzione finale e sono cazzi amari.
“Vedremo chi ha ragione. Avremo un’alimentazione sana e potremo vivere fino a cent’anni e probabilmente anche oltre!”
Forse il calice della vita eterna non è il Graal ma una scodella di insalata, non sarà Koris a metterlo in dubbio. Però quando ti trovi a mangiare ripetutamente rucola e noci, senz’olio peché l’olio fa ingrassare, senza sale perché il sale fa venire l’ipertensione, allora forse invochi la morte per leucocitosi digestiva. Di cui per inciso non esiste traccia al di fuori di siti vegani, roba che porta ad urlare “controllate le fonti, cazzo!” più o meno ogni cinque minuti. E dopo un mese di insalate scondite, decidi che è meglio vivere un giorno da leone (ma con gazzella allo spiedo) che cent’anni da capra (lett.).
Così, con l’approssimarsi dell’autunno e della carestia di pazienza, Koris si presentò con un assegno in bianco e le peggiori intenzioni in testa.
“Tu ora prendi questo assegno, ti metti in macchina e non mi interessa se dovrai andare fino a Gran Burrone, nel sistema Dagobah o nella Gola della Luna Crescente. Stasera, al mio ritorno, il buco in cucina dovrà essere colmato da una cucina a gas. Oppure non prenderti la briga di tornare”
Va detto, a onor del vero, che quando Koris tornò trovò una cucina a gas ad attenderla. Di seconda mano, ma pur sempre cucina a gas, atta a saziare le sue voglie suicide di leucocitosi digestiva.
Koris venne eccessivamente galvanizzata da questo suo primo trionfo nell’organizzazione casalinga. Del resto, per vincere la guerra prima si deve vincere una battaglia. Peccato fosse la battaglia di Quatre-Bras.

P.S. Per gente dallo stomaco forte (o meno), interessata a capire cosa si celi dietro codeste idee, esiste un fantastico sito complottaro in materia. Mentre voi consultate e complottate, Koris va a farsi una braciola, cibo talmente morto che se lo si lascia in giro per troppo tempo diventa zombie.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

13 thoughts on “Il sonno della ragione: il Crudivoro

  1. fradicuneo 5 marzo 2015 alle 08:52 Reply

    Ahahahha grande, mi ricorda le assemble del mio GAS con quelli di V di Vegani…si arrivava ad un punto in cui la conversazione era tra sordi….
    Ed un’altra riflessione: ma chi vuole vivere fino a 100 anni ed oltre?arriva un momento che basta, no?

    Mi piace

    • yaxara 5 marzo 2015 alle 08:54 Reply

      Soprattutto chi vuole vivere (o meglio, sopravvivere) fino a 100 anni mangiando verdure bollite e scondite. Forse quando i Queen scrissero “Who wants to live forever?” pensavano a quello.

      Mi piace

  2. altrirespiri 5 marzo 2015 alle 11:26 Reply

    verdure bollite e scondite non sarebbe neanche proprio male… ma la bieta cruda e scondita…. no eh!
    E le rosole (che sono le piante dei papaveri), non si possono mangiare crude! o le patate…
    santoparadiso!
    Leucocitosi digestiva… sì.
    Posso dire una cosa ovvia? Quando siamo innamorate diventiamo delle cretine!

    Mi piace

    • yaxara 5 marzo 2015 alle 13:46 Reply

      Diciamo che uno non vive di sole verdurine (a maggior ragione se crude) e lo dice una che mangia pochissima carne.
      Nell’ottica del Crudivoro, tutto ciò che non puoi mangare crudo semplicemente non è fatto per essere mangiato, ergo va eliminato dalla dieta (dire a me “non puoi mangiare patate” equivale a farmi incazzare, ma tanto).
      Cretina totale a rapporto, comunque. E questa serie è il mio coming out da cretina.

      Mi piace

      • altrirespiri 5 marzo 2015 alle 14:22

        Il mio non lo faccio, perché ci sono cose di uno squallore, che le racconto solo a pochi intimi, e con vergogna. 😉

        Mi piace

  3. Fannes 5 marzo 2015 alle 11:32 Reply

    No infatti è risaputo che la carne cruda faccia bene.

    Mi piace

  4. tetto 6 marzo 2015 alle 12:00 Reply

    beh, ma questi non sono vegani, sono mentecatti. Gente molto più simile a quelli delle scie chimiche, delle piramidi in Bosnia ecc…
    (comunque tieniti un fornellino da campeggio per le emergenze, anch’io non potrei mai vivere senza il caffellatte caldo a colazione)

    Mi piace

    • yaxara 6 marzo 2015 alle 15:22 Reply

      Ho parlato di Crudivori, non di vegani (anche se personalmente credo che tutte queste palle alimentari che ci inventiano siano nate dall’abbondanza di cibo di quest’epoca). Il fornello da campeggio non era autorizzato perché vuoi mettere quanto consuma?

      Mi piace

      • tetto 7 marzo 2015 alle 10:31

        no, beh, visto che parlavi di siti vegani… quella dei crudivori è solo una setta di deliranti. Purtroppo spesso si mette tutto insieme.
        Sicuramente l’abbondanza porta a farsi più seghe mentali, ma è anche altrettanto certo che ridurre parecchio gli alimenti di origine animale sia salutare, quello non si può negare. E poi cè il lato etico. Se mai diventassi vegana sarebbe per quello, più che per ragionamenti sulla cancerogenità!
        per il fornello non credere, le bombole durano più di quello che si immagina!!

        Mi piace

      • yaxara 7 marzo 2015 alle 10:47

        I siti di cui si parla di crudismo sono per lo più vegani estremisti, quello si trova.
        Può darsi sia salutare, io onestamente non ho gli elementi per valutare. Sul lato etico onestamente non so: certo è che la consumazione eccessiva di carne è male sotto tutti i fronti, ma la consumazione eccessiva di qualunque cosa, acqua compresa (e lo dice una a cui onestamente la carne non piace nemmeno). Certo è che da millenni l’homo sapiens è onnivoro, quindi sarebbe un po’ come forzare un gatto a mangiare banane, secondo me.
        Il crudivoro comunque non accettava l’uso del fornello da campeggio, nel suo periodo di crudismo. Non era un problema di mezzi quando di testa (al solito). Poi però si convertì. Che ti devo dire…

        Mi piace

  5. io boh 6 marzo 2015 alle 23:17 Reply

    A questi “esperti” sono sfuggiti i centenari onnivori, per dire.
    E viva la leuco-whatever!

    Mi piace

    • yaxara 7 marzo 2015 alle 10:41 Reply

      Dettagli, errori statistici, roba del genere! E comunque resto dell’idea che è meglio vivere poco e bene, che vivere tanto e male.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: