Elastici e pipistrelli

(Post dedicato a Quella del Sangue di Porco, che apprezza codeste cose)

“Ieri sera pensavo a te”
Frullio d’ali di pipistrelli nel Koris-cervello ancora prima di entrare all’Aven du Muguet. Perché in questi giorni gira così, Koris in versione classica ripiena di cattiveria e con una croccante panatura di cinismo è in manutenzione e non è disponibile. Resta un individuo dal sorriso allucinato che vede arcobaleni ovunque, soprattutto se non ce ne sono. Ma del resto uno a cui piace la musica classica, che va per i boschi a fare foto, che ha studiato greco antico, che fa il fisico per lavoro e che per di più scivola nei meandri della terra, beh, è semplicemente troppo bello per essere vero. Nemmeno lo avessero sintetizzato in laboratorio.
“E ti ho fatto un regalo”
Koris si ritrova fa le mani un pezzo di elastico nero delle dimensioni del suo scarponcino.
“Ti ho tagliato un pezzo di camera d’aria da moto che avevo a casa, lo metti sullo scarpone e ci giri attorno la fettuccia che ti fa da pedale, così quando risaliamo i pozzi non ti scappa più e fai meno fatica”
Sorriso allucinato infilato in una tuta da speleo rossa taglia dodici anni, subito prima di farcirsi gambe e braccia di lividi nell’entrata stretta. Che in questi giorni gira così, basta, basta un pensiero pratico e una sala piena di stalattiti che suonano per essere felici.
Poi la vecchia Koris torna, eh. Promesso. Ma nel frattempo guai chi le tocca il pezzo di camera d’aria incastrato sullo scarpone.

Annunci

Messo il tag:, , , , ,

24 thoughts on “Elastici e pipistrelli

  1. Quella del Sangue di Porco 27 aprile 2015 alle 07:01 Reply

    Eehhhh vabbuò.
    Statti negli arcobaleni, che è la cosa più saggia.
    Io ho ricevuto una pergamena fatta di brodo secco e, ancora prima, un pezzo di pavimento, ma quando un regalo è pure utile, che ci torni a fare nel cinismo fritto?

    Mi piace

    • yaxara 27 aprile 2015 alle 07:38 Reply

      Finché ci sono arcobaleni io prendo! Ma ora devo vedere la pergamena di brodo secco…!

      Mi piace

  2. Celia 27 aprile 2015 alle 07:24 Reply

    Io una spada lunga quanto il palmo della mia mano e delle tavolette da tessitura fatte con il cartone del latte.
    (e anche io ieri sera ho pensato a te. perché il moroso mi ha fatto vedere Master & Commander u.u)

    Mi piace

    • yaxara 27 aprile 2015 alle 07:43 Reply

      E io pensavo a te perché sto leggendo della battaglia di Bouvines (sì, lo so, è milleedue e non milleetré, ma ci sono pur sempre lattine implicate :P).
      Master&Commander è uno dei rari esempi in cui il film è meglio del libro. Ne ho letto qualuno della saga, ma trovo che Patrick O’Brien sia semplicemente inaccollabile.

      Mi piace

      • Celia 27 aprile 2015 alle 20:01

        Nuoooo! Non dirmi così ç_ç mi sono appena scaricata tutta la sfilza di ebook 😦
        Quanto al resto, il Due è ancora accettabile, come l’inizio del Quattro. Poi gli uomini dimenticano come vestirsi in modo decente, quindi conviene lasciar perdere…

        Mi piace

      • yaxara 28 aprile 2015 alle 06:45

        Magari non piace a me e per te sarà meraviglioso, per quanto i nostri gusti sembrino clonati restiamo pur sempre persone distinte 😛
        Per la moda successiva al Quattro (e per quanto mi riguarda fino al Sette inoltrato), forse siamo noi a non essere abbastanza féscion…

        Mi piace

  3. Mezzatazza 27 aprile 2015 alle 07:24 Reply

    Adorabilmente romantico!
    Come invidio il pezzo di camera d’aria di Koris 🙂

    Mi piace

    • yaxara 27 aprile 2015 alle 07:47 Reply

      Probabilmente vuole essere solo gentile con me che sono impedita. Anche se Koris ci spera sempre! 🙂

      Mi piace

  4. Fannes 27 aprile 2015 alle 10:37 Reply

    Nelle camere d’aria potrebbe non esserci aria ma arcobaleni, finché non le buchi non lo puoi sapere. (I famosi arcobaleni di schroedinger)

    Mi piace

    • yaxara 27 aprile 2015 alle 10:50 Reply

      Quello era solo un pezzo e grondava arcobaleni. Almeno, a mio avviso…

      Mi piace

  5. Jacque 27 aprile 2015 alle 13:44 Reply

    Figurati che a volte ne spuntano pure due in contemporanea, di arcobaleni, stai tranquilla! (e concordo, infilali nel pezzo di camera d’aria *-*)

    BTW, io ti stavo pensando perché ho iniziato il Conte di Montecristo.

    Mi piace

    • yaxara 28 aprile 2015 alle 06:35 Reply

      Troppi arcobaleni e poi vado in giro convinta di essere un Mini Pony 😛
      Beh, se leggi il Conte di Montecristo devi fare un salto qui, per renderti conto di quanto sia improbabile nuotare dall’Ile d’If a Marsiglia 😀

      Mi piace

      • Jacque 28 aprile 2015 alle 14:26

        Assolutamente! Intanto però sta facendo il suo sporco lavoro e mi ha presa XD

        Mi piace

      • yaxara 28 aprile 2015 alle 15:23

        Che è l’importante!

        Mi piace

  6. altrirespiri 27 aprile 2015 alle 17:23 Reply

    Il fatto che ti pensi, per le mie attuali frequentazioni, è tantissimo!
    A me ragalano cellulari e acquari, ma non mi pensano mai… Da qui niente pipistrelli, ma un sereno “non chiamare”.

    Quel che mi viene da chiedere è se, oltre ad infilarvi nei cunicoli con attrezzature ingegnose, andate anche a cena o robe di questo genere… Sì insomma, robe da comuni mortali.

    Mi piace

    • yaxara 28 aprile 2015 alle 06:41 Reply

      Cose normali proprio no, finora la cosa più normale è stata andare a passeggiare per i boschi. Infatti c’è sinceramente il rischio che tutto ciò si appiani in una bella amicizia, quando passeranno gli arcobaleni e le sette mail al giorno, ma è sempre meglio di niente.
      Che poi ad essere onesta non vado a cena fuori con un potenziale spasimante/ragazzo/palla-al-piede da… boh? Diciamo gennaio 2011.

      Mi piace

  7. altrirespiri 28 aprile 2015 alle 13:05 Reply

    una mia amica dice che ci sono due regole fondamentali nella frequentazione di un nuovo uomo: che non le faccia patir la fame e che non le parli delle altre donne.
    Sulla prima mi pare molto saggia: se uno non si degna manco di portarti a cena o di preparare una pasta, bruschetta, panino, cosa qualsiasi, ma ti fa perdere tempo e saltare i pasti… non va bene, il futuro si prospetta male.

    Mi piace

    • yaxara 28 aprile 2015 alle 15:30 Reply

      Mica per niente abbiamo tutta una serie de “Il sonno della ragione” a ricordarcelo! 😀

      Mi piace

  8. LaFedolina 29 aprile 2015 alle 12:03 Reply

    Questi uomini un po’ supereroi atipici servono, eccome se servono!

    Mi piace

    • yaxara 29 aprile 2015 alle 12:12 Reply

      Nessuno mette in dubbio la loro utilità! 😀

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: