Gossip condominiale

Il condominio in cui vivono i Maiores e in cui Koris ha passato la maggior parte della sua vita è popolato da strani individui. Una biodiversità condominiale tale da essere considerata protetta dal WWF. O ad alto rischio per il genere umano.
Ci sono i vicini di pianerottolo noti per la loro discrezione, con figlio mutrio e tanatoforo (U Babbu op. cit.). Con costoro l’Amperodattilo ha da decenni intrapreso uno scambio di generi alimentari di emergenza, quali farina, uova, limoni, quando non olio calabro in cambio di libri scolastici.
C’è il vicino sotto al terrazzo, infernale creatura dotata di voce da basso continuo e accento bergamasco doc. Sua peculiarità era venire a strillare dal terrazzo antistante, poiché sentiva rumore sulla (più probabilmente nella) testa e non riusciva a dormire. Il tutto con un eloquio e una gentilezza da far diventare biondo Antonio Banderas. Anni dopo si scoprì che detto vicino è sordo e non ha mai veramente sentito rumori. Misteri geriatrici qui a Voyager.
C’è il vicino del terzo piano, detto Cazzi&Mazzi per la sua mania di terminare tutti gli elenchi con codesta locuzione. Pensionato attaccatore di pezze cosmiche sulla vita, l’universo e cazzi&mazzi. Se lo conosci lo eviti, lui e l’annesso cane Yorkshire, Monella, un nome una garanzia.
C’è il vicino eco-bio-complottaro. Probabilmente grillino, sicuramente imbecille. Vive in un appartamento tappezzato di alluminio in cui tutto è di alluminio, contro i materiali tossici e le onde elettromagnetiche. Ha approntato un bidone di raccolta dell’acqua piovana in caso di bisogno. O per incrementare l’allevamento della zanzara anofele.
C’è il vicino poliziotto che ha appeso un discreto bandierone 7×5 metri al balcone, con la più orribile grafica che la Sampdoria potesse avere. Ha sempre accusato Spotty, il primo Koris-gatto con simpatie anarchiche, di pisciargli sullo zerbino, una sorta di versione felina di ACAB o “fuck the police”.
Tale ameno paesaggio è imbellettato da una pletora di casalinghe, più o meno fancazziste, ma tutte egualmente interconnesse a formare una sorta di social network del condominio in cui ognuno condivide soprattutto i cazzi altrui.
Koris non è mai stata parte integrante di codesto social network in quanto essere umano di passaggio nel portone e in ascensore, il più rapidamente possibile, fino al buco nero di camera sua. Poi si è delocalizzata altrove e il facebook condominiale ha smesso di interessarle.
Solo che, nella vita reale come in rete, quando non si hanno notizie vere, si inventano. La calunnia è un venticello, tempo trenta secondi e si genera la bufala, un tremoto, un temporale, un tumulto generale che fa l’aria rimbombar.
E il meschino calunniato, avvilito, calpestato, sotto il pubblico flagello per gran sorte va e crepar. Questo a meno che costui nonabbia già levato le tende da tempo. Il tal caso la calunnia arriva per interposta persona.
Per uscire di metafora, ai Maiores sono state fatte le felicitazioni da più parti. E perché dunque?
Perché Koris si sposa.
Ecco, come dire, no. Almeno, non ora. Almeno, non che lei sappia. Matrimonio a sua insaputa. Nemmeno Scajola avrebbe saputo fare di meglio.
Passato l’iniziale panico esistenziale e “ma perché?” compulsivo, Koris ha rimpianto amaramente di non essere sul posto. I Maiores avrebbero potuto dare almeno tre risposte significative a codeste felicitazioni, tanto per épater les bourgeois:

  • “Sì, ha deciso di scappare in Francia per sposare un insegnante arabo-gay-di sinistra. Si tratta del suo modo di combattere il Front National”
  • “No, non è possibile. Sono cinque anni che Koris si è ritirata in un monastero per suore sataniste”
  • “Koris? Quale Koris? Non abbiamo nessuna figlia di nome Koris!”

E comunque la curiosità del “ma perché?” resta. Poi si vorrebbe anche sapere con chi è stato combinato tale matrimonio condominiale, tanto per potersi regolare…

Annunci

Messo il tag:, , , , , ,

6 thoughts on “Gossip condominiale

  1. Quella del Sangue di Porco 20 settembre 2015 alle 15:12 Reply

    Che diamine di colpi mi fai prendere?
    Mannaggiatte.
    Che poi a un certo punto c’è sempre la storia del cesso, ti avrei giustificata così.
    Ma sì, fomentateli tutti, vedete cosa s’inventano 😀

    Mi piace

    • yaxara 20 settembre 2015 alle 18:52 Reply

      Non posso fomentarle! Non sono in sito!
      Mi sa che comincerò ad assumere fermenti lattici, che non si sa mai!

      Mi piace

  2. altrirespiri 20 settembre 2015 alle 20:25 Reply

    perchè oltre una certa età una donna si deve sposare! che domande… E quando si è sposata dopo un certo tempo deve per forza fare un figlio… e così via. Le persone medie (leggi vicini rompiballe o paesani impiccioni che non hanno niente di meglio da pensare) hanno i loro schemi e se non ti attieni… ti ci fanno attenere in automatico.
    Tranquilla… è tutto ok. Ed è inutile che i Majores dicano alcunchè… loro non ci crederanno!

    Mi piace

    • yaxara 21 settembre 2015 alle 07:03 Reply

      Una deportazione negli schemi altrui, mioddio che brutta prospettiva!

      Mi piace

  3. fradicuneo 21 settembre 2015 alle 08:25 Reply

    Ahahah fantastico, sembrano i racconti di una mia amica italo-nigeriana…dice che la comunita nigeriana del nord italia non puó stare senza qualcosa di cui parlare per cui se non c’é nulla d’interessante da commentare se l’inventano!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: