Audit e pellegrinaggi

Mentre Koris si è autonominata Gran Maestro dell’Ordine Plutonico del Fagiolo Radioattivo (“L’Organizzazione degli Sticazzi Atomici chiede un referente aziendale per i codici di simulazione, posso farlo io. No, aspetta, che cazzo sto dicendo?”), la casa è pronta e le visite pastorali iniziano a fremere. Per prima, quella dei Maiores.
“Se volete venire a vedere la casa nuova, la cucina e le minchie di mare, sono disponibile il primo week-end di febbraio”
“Le cosa?”
“Le minchie di mare. Abito al mare, mica potevano essere minchie di montagna”
U Babbu ha promesso di scaricare a casa Koris un tir di mezze penne e pan di stelle, l’Amperodattilo si è messo a delirare sulle date di andate e ritorni dei suoi troppi figli (due). Gatta Spin non ha espresso preferenze telefoniche, croccantini a parte.
L’Orso londinese, che a Natale lamentava di non aver ancora avuto il piacere di conoscere né ‘thieu né il Koris-domicilio, ha deciso di programmare la sua visita nella bella stagione “per venire a godersi l’estate”. Come gli Inglesi con le case in Costa Azzurra. Quindi la severissima Audit del Plantigrade dovrà attendere ancora.
‘thieu domanda timidamente quale sia il suo posto il tutto questo, Koris gli consiglia caldamente una comoda poltrona nella retrovie. Ché la famiglia italiana, a differenza della speleologia, è uno sport estremo.

Annunci

Messo il tag:, , , , , ,

9 thoughts on “Audit e pellegrinaggi

  1. fradicuneo 26 gennaio 2016 alle 08:46 Reply

    Ahahah F. si lanció in una cena con i miei dopo appena due settimane dall’inizio della nostra storia. I miei gli parlavano in italiano perché “spagnolo e italiano sono praticamente uguali”, non so come non decise di mollarmi ahahah

    Mi piace

    • yaxara 26 gennaio 2016 alle 14:08 Reply

      In realtà ‘thieu è stato coercito per un aperitivo e ha deciso di tenermi. Forse non ha capito bene 😛

      Mi piace

  2. Mezzatazza 26 gennaio 2016 alle 08:58 Reply

    Una chiusura sacrosanta

    Mi piace

    • yaxara 26 gennaio 2016 alle 14:08 Reply

      In realtà sarebbe più la famiglia mediterranea in generale. Ne parlavo con un’amica (famiglia Corsa) e un altro (famiglia siriana), chi non è cresciuto nel delirio mediterraneo non puo’ capire…

      Liked by 1 persona

      • Mezzatazza 26 gennaio 2016 alle 15:23

        Molto vero, gli entroterra forse quietano gli animi

        Mi piace

      • yaxara 26 gennaio 2016 alle 15:29

        è lo iodio marino che ci fa male!

        Mi piace

  3. altrirespiri 26 gennaio 2016 alle 13:52 Reply

    La famiglia italiana è davvero uno sport estremo… però può essere molto divertente! (e forse anche i francesi potrebbero adorari i pandistelle… te l’ho data la ricetta del dolce facile e supergoloso con i pandistelle?).

    Mi piace

    • yaxara 26 gennaio 2016 alle 14:09 Reply

      Puo’ essere molto divertente, forse. Ci devo riflettere! E si’, gli piaccono i pan di stelle, ma sono MIEI. E solo MIEI. Scusa, ho una dipendenza brutta…

      Mi piace

      • altrirespiri 27 gennaio 2016 alle 15:14

        chissà se esiste un avversivante per i pan di stelle….
        Io te li lascio tutti volentieri, casomai chiedi scusa a ‘Thieu

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: