Da consegnare all’oblio

Ci sono settimane che dovrebbero essere consegnate all’oblio dei secoli. Non scriviamo niente, mettiamoci una croce sopra e andiamo avanti.
E soprattutto, giunti a giovedì in una valanga di mini-catastrofi, si capsice che ci si deve astenere dal prendere qualunque iniziativa. E con qualunque si intendono tutte ma proprio tutte. Persino dire “stasera vado a comprare il latte e mi prendo un pacco di tortellini per cena”, perché potresti scoprire che il supermercato vicino a casa è chiuso. Piccoli dolori dell’esistenza che accumulandosi fanno urlare il classico “mobbastaveramenteperò”.
Del lavoro non occorre manco parlare. Astenersi. Sopravvivere, aspettare venerdì, non prendere iniziative e limitare il disastro. Come diceva Iset al liceo, stendiamo un piumone pietoso perché il velo non basta.
Insomma, il Fato non ti schiaccia, ma ti pesta continuamente i piedi. Non è lo stesso dolore del fracassarsi una tibia, piuttosto lo sbattere il mignolo in uno spigolo. Più volte di seguito.
Ovviamente bisogna impedirsi di pensare, perché altrimenti si giunge all’unica conclusione possibile: nella vita hai sbagliato tutto. Avresti dovuto studiare storia. Avresti dovuto fare un dottorato in filologia medievale con specializzazione in Langue d’Oc. Avresti dovuto restare a Boulogne. Avresti dovuto
Koris stasera dovrebbe andare a giocare di ruolo e vorrebbe chiedere al Maitre de Jeu di astenersi dal lancio di qualunque dado perché proprio non è cosa.
Unica consolazione: è giovedì, praticamente la settimana è finita e forse domenica si continua l’esplorazione del pozzo delle sorprese.
Ma attenzione: siamo solo a giovedì, può ancora succedere di tutto e magari domenica i massicci sono chiusi per il rischio di incendi.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

5 thoughts on “Da consegnare all’oblio

  1. altrirespiri 8 settembre 2016 alle 09:59 Reply

    speriamo di no

    Ma tranquilla, sono quelle congiunture astrali che beccano a caso ed in massa… e come tutto passano!

    Mi piace

    • yaxara 8 settembre 2016 alle 13:16 Reply

      Speriamo perché sto cominciando ad averne più che abbastanza…

      Mi piace

  2. NerdStark 8 settembre 2016 alle 18:33 Reply

    Il cetriolo spaziale è tornato?

    Mi piace

    • yaxara 9 settembre 2016 alle 13:46 Reply

      E’ il Cetriolo Cosmico ed è sempre con te. Dietro di te.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: