Paranormal informatic activity

Koris aveva sempre detto di non essere praticissima del codice di simulazione MCNP (non quello di #MaiUnaNJOY, un altro, che qui ci si diversifica), per non dire di essere come il diavolo e l’acqua santa (o come Koris e l’acqua santa, che è quasi la stessa cosa). Dopo aver fatto pressioni presso i Capi perché dispensassero la cifra folle di 150 euri, ovvero una settimana di benzina delle loro macchine da miniPiselli*, per comprare la licenza di MCNP, Koris ha passato il mese di luglio e agosto a disperarsi (ma dai?).
MCNP si è rivelato essere un vesapio di errori e ogni compilazione pareva un rodeo a cavallo di un tirannosauro sotto dieta macrobiotica. Koris aveva quindi osato sperare che MCNP cadesse nel dimenticatoio, in favore di un più intuitivo e meglio conosciuto TRIPOLI4.
Et ho errato.
Ovviamente i neutroni porcelloni hanno chiesto “e se facessimo i calcoli con MCNP? Dai, Koris, daje di MCNP”. Koris ha passato cinque lunghissimi secondi in cui avrebbe voluto sprofondare sotto terra, e non in senso speleo, e poi ha risposto “Ok, I will do that”. Dopodiché ha chiesto un tempo smodatamente lungo per fare i siddetti calcoli, più un preventivo per tutte le sedute di obbligatoria psicoterapia successiva.
Si è seduta davanti al pc pUtento e ha temuto il peggio.
E invece è andata in onda la scena di Matrix, in cui Neo si sveglia dicendo “I know kung fu!” e Morpheus risponde “Show me!” (Koris pensa sempre a Matrix in lingua originale perché Gul Sauk, la professoressa di anglo-sardo del liceo, gliene ha imposto la visione almeno una decina di volte).
In pratica, Koris ha imparato MCNP. Solo che non sa bene né come né quando.
Sono due giorni che tutto funziona, il che è abbastanza perverso.
Perché se le cose non funzionano, puoi sempre spaccarti la testa a cercare di capire perché non funzionino. Se funzionano invece è strano.
Comunque Koris si gode il momento, tanto sa che il Grande Cetriolo Cosmico saprà ripresentarsi sotto forma di bug informatico nel momento più opportuno.

*miniPiselli: una teoria statistica dice che la potenza e il costo della macchina siano inversamente proporzionali alle dimensioni dell’Impareggiabile Parte, a partire da un certo valore di soglia.

Annunci

Messo il tag:, , , ,

4 thoughts on “Paranormal informatic activity

  1. Mezzatazza 12 ottobre 2016 alle 08:33 Reply

    “Perché se le cose non funzionano, puoi sempre spaccarti la testa a cercare di capire perché non funzionino. Se funzionano invece è strano.”

    quanta saggezza!

    Mi piace

  2. altrirespiri 12 ottobre 2016 alle 19:23 Reply

    o semplicemente Koris si era sottovalutata?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: