Quando il Nume Tutelare risponde

Yoshi Toranaga noh Minowara è il personaggio, se non principale, più ciccioso di “Shogun“, il libro di James Clavell che ha segnato per sempre la formazione di Koris, pur non essendo per definizione un romanzo di formazione.
Toranaga è modellato su Tokugawa Ieyasu, personaggio storico realmente esistito, aggiungendo qualche etto di panza e togliendo un po’ di stronzaggine. Anche se non è sicuro. Certo è che i due si assomigliano parecchio, per ammissione dell’autore. La differenza principale è che Toranaga non si mangia le unghie.
Toranaga passa tutte le novecento e passa pagine del libro a intrallazzare, a promettere terre all’uno e all’altro, a tramare nell’ombra, a mentire e a calcolare rischi. Il tutto per riempire (con la sua panza) il vuoto di potere creato dalla morte del precedente signore del Giappone. Un vuoto che pare tagliato su misura per lui. Toranaga manovra gli altri personaggi come pedine su una scacchiera, non esita a sacrificarne qualcuno appena esaurita la sua utilità, fa leva sulla cupidigia e la vanità dei signori vicini per piegarli ai suoi voleri, si burla degli avversari (ma anche degli alleati) come un moderno troll su internet.
Per dirla come l’Amperodattilo, Toranaga fa i mastrussi (“mastrusso”: affari non sempre chiarissimi e non sempre leciti volti a un fine evidentemente personale).
Per Koris, Toranaga è diventato una sorta di simbolo della congiura di palazzo allargata. Ma a differenza dei suoi corrispettivi classici, la schiera di macilenti consiglieri fraudolenti nascosti nell’ombra, Toranaga fa tutto alla luce del sole, dando grandi pacche sulle spalle e facendo finta di niente. Quando non intrallazza (ma forse anche nel mentre), Toranaga mangia rumorosamente, si intrattiene con le concubine, danza balletti marinari di importazione inglese. Insomma, sembra che l’intrallazzo gli venga naturale.
Visto che Tokugawa, quello vero, alla fine della sua vita è stato deificato, Koris ha pensato bene di assumere la figura di Toranaga come nume tutelare a cui raccomandarsi ogni volta che si lancia in un’impresa perigliosa che necessiti pazienza, diplomazia, ampio respiro e una buona dose di culo.
Koris, a fine novembre dell’anno scorso, si rivolse a Toranaga affinché l’assistesse in una certa manovra.
Toranaga, dal suo empireo di cortigiane, saké e danze marinare, sembrava aver visualizzato il messaggio, ma era troppo impegnato a sollazzarsi per rispondere in maniera degna di tale nome. O almeno così sembrava.
Ieri, mentre il cervello di Koris divagava in cazzate assortite, si è presentata un’opportunità ghiotta da prendere al volo. C’è chiaramente il celeste zampino di Tornaga dietro. Che ha risposto all’implorazione di Koris, solo con leggero ritardo. È quel genere di divinità che si prende i suoi tempi.

Messo il tag:, , , ,

7 thoughts on “Quando il Nume Tutelare risponde

  1. Celia 16 novembre 2016 alle 11:40 Reply

    Come detto altrove, ognuno ha il nume tutelare più adatto.
    Ti saluta Bocksten u.u

    "Mi piace"

  2. altrirespiri 16 novembre 2016 alle 15:29 Reply

    Non ho numi tutelari… forse è per quello che non ne va dritta una?

    Toranaga mi ricorda qualche “personaggio pubblico” contemporaneo…

    "Mi piace"

    • yaxara 17 novembre 2016 alle 07:34 Reply

      Possibile che gli assomigli, ma ha il grande vantaggio di non esistere nella realtà

      "Mi piace"

  3. fradicuneo 17 novembre 2016 alle 09:14 Reply

    Brezsny sarebbe fiero di questo post…Il grande wow risponde sempre 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: