Si chiama inverno

Nuove tendenze del mito dell’eterno-ritorno-in-ufficio, dovute per lo più all’abbassamento delle temperature. Diremo che è colpa del gelo siberiano stanziatosi sull’Europa in questi giorni. Se non fosse che tali nuove abitudini perdurino da dicembre e non siano completamente correlate al gelo siberiano.
La conversazione si apre sempre allo stesso modo, a seconda della persona che piombi in ufficio, sempre senza bussare che magari col gelo siberiano le cadono le falangi.
Binomio: “Uh, stamattina ho dovuto grattare il parabrezza della macchina!”
Commerciale (supplementare di un angolo acuto): “Avete visto quando freddo fa?” (riutilizzabile in un intervallo di temperature che va da 10 gradi a -40)
Contabile#1: “Ho il vialetto di casa tutto ghiacciato!”
Contabile#2: “Con questo freddo è la stagione dell’influenza”
Koris, che già soffre di suo l’eterno-ritorno e la banalità del quotidiano, pensa compulsivamente a Shackelton e alla Georgia Australe. “Tanto lì è estate” potrebbe dire al Commerciale, il quale si persuaderebbe che, essendo estate per definizione, sulla spiaggia di Grytviken si stia ignudi al sole. E probabilmente è anche così, se sei un pinguino.
Ad ogni modo, Koris ogni mattina si trattiene dal mettersi a parafrasare Ned Stark: è inverno. E no, non c’entrano gli Others/Estranei. Si tratta di un evento astronomico e meteorologico, per di più ciclico. Anzi, spoiler: l’avrete anche l’anno prossimo. E sì, farà freddo, come fa freddo da… da… da quando il momento angolare ha accumulato abbastanza materia per fare una Terra a forma di palla. Non è un evento eccezionale, nemmeno le temperature raggiunte in questi giorni sono eccezionali. Anche se la tivvù dirà ovviamente che è l’inverno più freddo degli ultimi 350 anni, così come l’estate sarà l’estate più calda degli ultimi 241.*
Quindi, per piacere, o al mattino dovete percorrere svariati chilometri sulla banchisa del mare di Weddel perché vi è rimasta l’Endurance intrappolata nel ghiaccio e allora avete diritto di lamentarvi, oppure state zitti. L’ideale sarebbe che vi si surgelassero le labbra dal freddo e ivi fondessero, ma Koris non osa sperare tanto.

*Postilla: la tivvù ha anche detto di abbassare il riscaldamento in casa. Ma quello che la tivvù non sa è che l’ufficio è termicamente isolato come una palafitta cambogiana e che la finestra manda spifferi ovunque, per cui abbassando il riscaldamento tanto vale trasferirsi nel freezer. Oppure permettere a Koris di venire in ufficio vestita da uscita speleo alla Pierre Saint Martin (sottotuta di pile, doppio calzettone, scarponi da montagna, berretto sottocasco, pasamontagna alla bisogna, guanti termici e guanti impermeabili, il tutto per sopravvivere svariate ore a 4 gradi sotterranei) .

Annunci

Messo il tag:, , , , , , ,

9 thoughts on “Si chiama inverno

  1. altrirespiri 17 gennaio 2017 alle 12:36 Reply

    e una volta qui era tutta campagna…

    Mi piace

    • yaxara 17 gennaio 2017 alle 13:11 Reply

      E c’erano le mezze stagioni. Forse è quello che li destabilizza.

      Mi piace

      • altrirespiri 18 gennaio 2017 alle 14:24

        sarà… ma ripeterlo non cambia le cose…

        Mi piace

      • yaxara 18 gennaio 2017 alle 15:47

        Sicuramente no. Poi a me escono cose di volgarità e devo trattenermi all’ultimo…

        Mi piace

      • altrirespiri 18 gennaio 2017 alle 21:12

        conto di imparare a dirle in una lingua che quasi nessuno capisce… che ogni tanto bisogna anche esprimersi

        Mi piace

      • yaxara 19 gennaio 2017 alle 07:40

        Solo che avrei tanta voglia di essere capita. Altrimenti un apprezzamento in dialetto ligure non si nega a nessuno!

        Mi piace

      • altrirespiri 19 gennaio 2017 alle 14:17

        a volte è meglio non essere capiti, per robette tipo conservare il posto e simili… però ci si sfoga!

        Mi piace

  2. fradicuneo 17 gennaio 2017 alle 15:06 Reply

    Questo inverno cooosiiii freddo é un segno dell’universo: vuole toglierti ogni paranoua espressa nel post precedente!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: