Gli imbucati

Al telefono, mercoledì sera.
“Ciao Amper!”
“Ciao, scusa, eravamo in mezzo a una strada. Siamo andati a Ormea. Ora vado in bagno, ti dò a U Babbu, eh”
“Ah, ahem, io…”
“Pronto? Pronto! Non ti sento?!”
“Ciao, U Babbu, non mi senti perché non sto parlando”
“Ah! Come va?”
“Bene, senti, cosa fate per il primo maggio?”
“Noi? Boh, metteremo un po’ aposto il terrazzo…”
“Quindi non andate via…?”
“No, tanto dove vuoi che andiamo?”
“Che ne so, magari a farvi un giro.”
“Voi dove andate?”
“Questo è il punto dolente, diciamo che… visto che prevedono tempeste di fulmini su tutta la Francia per tre giorni, avremmo… avremmopensatodivenirelì”
“Eh? Cosa? Pronto? Mi senti?”
“Ho detto: avremmo pensato di venire lì”
“Ah, ma qui?”
“Eh”
“Ma in grotta”
“Beh, sì, anche. Se a voi sta bene”
“Ma sì, tanto l’Orso non viene. Quindi arrivate fra dieci giorni?”
“No, dopodomani?”
“Cosa?”
“Ho detto dopodomani”
“Aspetta che ti passo l’Amperodattilo”
“Ma io…”
“PRONTO?! PRONTOOOO!”
“Oh, Amper, non urlare, sono qui”
“…’sto telefono non funziona”
“Ho detto che sono qui!”
“Ah, ecco. Cosa c’è?”
“Stavo chiedendo se non fate niente per il ponte del primo maggio”
“No, c’è il tavolino nuovo sul terrazzo davanti, quello che diventa esagonale…”
“E cosa c’entra il tavolino col ponte del primo maggio?”
“Niente”
“Ecco, allora, io volevo dire che se non fate niente il ponte del primo maggio noi potremmo venire lì”
“Eh, sì”
“Cioè, se io vi manco…”
“Sì, sì”
“Ora ascoltami, per mangiare ci arrangiamo, non è necessario che…”
“Aspetta che vado a vedere se il 30 ho vacanza!”
“No, Amper, stammi a sentire, ci guardi dopo…”
“No, ora lo devo sapere!”
“AMPER!! Pronto? Pronto?”
“Amper sta controllando se ha il ponte”
“Ecco, vabbè, U Babbu, diglielo tu che non stia a fare il pranzo di natale, che noi alla sera una pasta o un’insalata e andiamo cantando”
“Ma ‘thieu è d’accordo?”
“A dire il vero è stata un’idea sua”
“Ma quindi venerdì quando arrivate?”
“Non ne ho idea, conta che io devo fare seimila chilometri per…”
“Ho trovato! Ho il ponte! Allora venite?”
E quindi ‘thieu e Koris oggi si imbucano, a passare il ponte del primo maggio in Riviera come dei Padani qualunque.

Messo il tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: