Valvole, scartoffie e raggi cosmici

Dopo aver parlato di cose belle, torniamo alle solite. Perché Koris non è ancora ai livelli di G.R.R. Martin che passa le giornate a grattarsi la buzza (anziché scrivere “The Winds of Winter”, ma questa è un’altra storia e un altro post, forse) e le tocca lavorare.

Per qualche ragione che a Koris sfugge, le hanno appioppato da seguire tutte le runioni su valvole e tubi del cazzo. Koris ha fatto presente che non è un fottuto ingegnere, ma Capo Palpatine ha detto di vederla di più come un project management. Koris allora ha sorriso, ha fatto presente che non è un fottuto project manager e che di certo non ne ha lo stipendio. Che poi visto che qualunque iniziativa Koris possa prendere è sbagliata a priori, qui non si managgia proprio una fava. Quindi Koris si è ritrovata a fare la fottuta segretaria che fa tutti i resoconti delle riunioni su valvole e tubi del cazzo. Un dottorato in fisica per arrivare qui, bella performance.

Ah, no, organizza anche le riunioni. Nel senso che diventa automaticamente colpa di Koris se le persone fondamentalissime danno forfait all’ultimo. Koris, avresti dovuto saperlo. Anche se la riunione è alla due e tipo scrive “ops, non posso venire” all’una. Un po’ di preveggenza, su. Altrimenti tocca farti il mazzo per permetterti di sviluppare il tuo occhio interiore. Koris quindi passa a giocare a Tetris con le agende altrui per fissare data e ora di una riunione. Solo per sentirsi dire da Palpatine che quel giorno non c’è, solo che non scrive i suoi giorni d’assenza sull’agenda condivisa perché gli pesa il culo. Koris, però anche tu, un po’ di sforzo immaginativo, eddai. Così alla prossima riunione possiamo mettere come oggetto “Tiruleru! Urca urca! Chiromanzia! Previsioni del futuro!“. Tanto siamo lì.

Il MegaCapo ha avuto un’altra magnifica idea per bordellizzare le cose. Perché non cambiare sistema di gestione dei documenti? Tanto sono solo cinquantamila documenti in tutta la divisione, che sarà mai? Ah, cinquantamila non è un numero a cazzo, sono proprio cinquantamila. Ovviamente da fare prima di subito, lasciate tutto quello che state facendo e trasferite i documenti. Koris ha cercato di fargli capire che avendo una review da chiudere dal lontano 2017, magari prima si poteva chiudere la review e poi passare tutti i documenti nel nuovo sistema. Siccome sembrava fosse una cosa sensata, il MegaCapo ha rifiutato sdegnosamente la proposta.

Ma pare si faccia anche fisica, eh. Incredibile ma vero. Solo che siamo talmente poco abituati che non sappiamo più farla. Ci sono dei rivelatori da testare, rivelatori che quando installati (nel duemilamai) saranno legati ai sistemi di sicurezza della baracca. Quindi magari vanno testati bene. Uno studio in materia era stato fatto dieci anni fa (risate registrate) da gente che ci sa fare, la stima dei costi ammontava a circa otto case Koris scegliendo l’opzione più economica. Koris è andata a farlo presente a Palpatine.

“Per testare i rivelatori piccoli ci vorranno dei soldi, perché servono ore e ore di irraggiamento a una potenza imbarazzante in campi neutronici ultra stabili”
“Eh, ma non ce lo faranno fare se costa troppo”
“E allora incrociano le dita che i rivelatori funzionano”
“E se… usassimo i raggi cosmici?”
“Cioè in che senso?”
“Ma sì. Con un po’ di fortuna magari un buon dio ci manda uno sciame di neutroni dell’energia giusta…”
“Ahem…”
“Che c’è?”
“Ora ti spiego perché è una pessima idea in venticinque comodi punti”
“Ma i raggi cosmici sono gratis!”
“E ti sei mai chiesto perché?”

Cioè, perché mai non testare dispositivi di sicurezza con una sorgente sconosciuta di cui non sai nemmeno se arriva a terra? Se Koris avesse avuto dei buoni rapporti col Replicante, lo avrebbe chiamato per farsi una risata. Comunque dimostrato che l’idea non era proprio così geniale, Koris sperava di non sentirne più parlare.

E invece no, Palpatine è tornato alla carica, forse memore che gutta cavat lapidem. Solo che lo fa con la persona sbagliata.

“Io voglio un laboratorio per testare i rivelatori”
“Certo, Capo, te lo hanno testato a più riprese per i dieci anni precedenti, di sicuro te lo danno adesso”
“No, ma lo mettiamo dove tengono il materiale dall’altra parte del fiume!”
“Capo, quella zona non è nemmeno dichiarata installazione nucleare. Scordatelo proprio.”
“Ma usiamo sorgentine piccole piccole che possiamo portare in macchina, cerca che secondo me ne trovi una o due…”
“Non mi piace per nulla la piega che sta prendendo questa conversazione e comunque no, non è fattibile”
“Allora sai cosa possiamo usare?”
“No, cosa?”
“I raggi cosmici!”

Koris ci rinuncia ufficialmente. Intanto se qualcuno conosce un posto in cui fanno TSO a prezzi allettanti, è pregato di farsi avanti.

Messo il tag:, , , , , , ,

3 thoughts on “Valvole, scartoffie e raggi cosmici

  1. Mezzatazza 18 Maggio 2019 alle 10:00 Reply

    So dove comprare ottime mazze a pochi soldi, se vuoi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: