Back to 2007

Questo fa parte di quei post che generano nel lettore un sincero e profondo “estigrandissimicazzi?”, anche perché Koris non è proprio la chiarafrerragnez dei social network e se non glielo avesse detto, nemmeno l’Amperodattilo avrebbe notato la sua sparizione. Poi tanto Koris fa le sue temporanee sparizioni finché non riemerge dal sottoterra, nessuno dei suoi circa 3.5 follouerz ci fa caso. Insomma, un meritato “estigrandissimicazzi?”.

Negli ultimi giorni in cui in Italia è successo di tutto, Koris ha un po’ sofferto d’ansia. Un po’ tantino, ecco. Perché Repubblica non aiuta, nonostante tutto, a capire la situazione. E i social network si sono scatenati con tutto e il contrario di tutto. Su tutto e il contrario di tutto. Dicendo tutto e il contrario di tutto. Bisogna ammettere che la situazione non è proprio delle più limpide, ma comunque.

Sul Twitter si leggevano polemiche da talk show a colpi di 180 caratteri (che potrebbero essere di più, ma Koris non si ricorda e tutto sommato anche “estigrandissimicazzi?”) fra i pro-isolamento sul cesso di casa e i non-recessionisti da bar. Virologi vs epidemiologi, round 1, fight! titolo di studio “Tekken 3” versione arcade. Selfie di telelavoratori abbruttiti. Panegirici del sistema sanitario nazionale, seguiti da vituperi sul sistema santiario nazionale. Simpatici umoristi da meme martellati da tragediografi neorealisti della vita reale. Improvvisati reporter dello sfascio al supermarket locale.

Il Facebook al contrario era stato imbottito di link da TutteLeInfo24, VeritàVeraVivaVivaceVivaldi, EconomistiFaiDaTe in 10 pratiche uscite,
ScientificReviewAndMethodologyOfSteekatsee redatta dal chiar.mo prof. Ammiocuggino, PestilenzeFacili, SurvivalistiPuzzoniAntivaxxer per cui scrivono tanti piccoli wannabe SonnoDellaRagione. Più i commenti. Più
i commenti dei commenti. Più i commenti dei commenti di queli che avevano messo like ai commenti. Più certi lapidari “io ve l’avevo detto” che aiutano sempre al dialogo.

Ora, nella situazione attuale più che il coronavirus Koris ha sofferto il coglionavirus. Perché la situazione in Italia pare seria, più seria che in Francia, almeno al momento (al primo compatriota che linkerà il raduno francese dei Puffi verrà rapito il bidet da sotto le chiappe mentre in uso). Perché sembra si sia scatenato il panico generale. Perché Koris ha pur sempre due Maiores che ora sono confinati al di là di una frontiera che ora è un po’ più frontiera del solito. E hai voglia a farti rassicurare, a dire che a Merdopoli tuttto sommato le cose non sono così folli, se quando apri un social per leggere due cazzate vieni travolto dall’onda di mar commosso ma soprattutto di mar commento.
Siccome Koris vorrebbe tornare a dormire la notte, ha deciso di esiliarsi dai social, almeno per il momento. Koris ha messo l’orologio internettiano indietro fino al 2007, al massimo si aspetta di vedere gente che posta le tette su Badoo. Niente Twitter, niente Facebook, niente di niente. Anche niente Megaupload, ma questo perché purtroppo il resto del mondo persevera a restare nel 2020.

Quindi se cercate Koris sui social, attualmente non la trovate. Almeno
finché la situazione non diventerà più gestibile. Esticazzi? Giustissimo, esticazzi.

P.S. Questo post non è in alcun modo un giudizio su nessuna delle misure di confinamento prese per contenere l’epidemia. Koris non si sente preparata sulle epidemie, in tema di catastrofi preferisce gli incidenti nucleari. E non è nemmeno un giudizio su chi dibatte sui social. Disquisite quanto volete, di quel che volete, come volete, avrete sicuramente ognuno le vostre ragioni. Solo che magari le ascoltiamo fra qualche giorno.

P.P.S. il blog continua perché questa non è una democrazia social, è una monarchia assoluta senza vassalli, le blog c’est moi, bello essere il re.

Messo il tag:, , , , ,

2 thoughts on “Back to 2007

  1. Minestrella 11 marzo 2020 alle 23:12 Reply

    Vieni qui con noi, siamo nel 2003. Si chatta coi compagnucci di MSN e si è felici di avere l’offerta flat dell’ADSL. ❤

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: