Se è per buttarlo via…

Nella famiglia Koris, la frase “se è per buttarlo via…” è l’introduzione a un sacrificio onde evitare uno spreco che sarebbe davvero un peccato commettere. Pronunciata in origine da U Babbu, la frase in questione viene spesso pronunciata di fronte alle pantagrueliche porzioni preparate dall’Amperodattilo e tirate fuori dal frigo dopo qualche giorno di permanenza. Il dialogo è di solito il seguente:
“Ehi voi, ci sono ancora quattro mozzarelle di bufala, mezza frittata di zucchini, un avanzo di minestrone e due creme catalane”
“E non possiamo mangiarli domani?”
“No, fra un po’ fanno i vermi, imbelino (lett.) via tutto”
“Vabbè, se è per buttarlo via…”
La frase ha assunto un significato traslato anche per cose buone di cui si mangiano ingenti quantità e, nonostante lo stomaco pieno, si fa lo sforzo di prendere una seconda se non una terza dose.

La stessa politica può essere applicata ai vaccini. Era da un po’ che Koris cercava un modo per procurarsi una dose anzitempo. Prima con le liste d’attesa, che non hanno funzionato granché. Poi facendo gli agguati ai centri vaccinali, cosa che non è proprio il punto forte di Koris, che nonostante la faccia da chiappe non è molto destra a persuadere spacciatori di vaccini. Alla fine Manù se n’è uscito che se uno si procura una dose ventiquattr’ore massimo prima dell’appuntamento, non deve mostrare nessun requisito ufficiale se non la destrezza nel clic. Koris s’è detta che si può fare.

Da “si può fare” è diventato “si deve fare” e Koris si è amminchiata con questa storia. Del resto non c’era niente da perdere e un vaccino da guadagnare. E si può dire che Koris abbia una decennale esperienza in ctrl+R compulsivo, salto sul pulsante “aggiorna” e click più veloce del west (coast). Ricordiamo prodezze del genere prenotazione della Play Station 2, scelta dei corsi collegiali serali onde evitare improponibili diti al culo, acquisto di “A Dance with Dragons” o “Harry Potter e i Doni della Morte” edizione figa prima di subito, iscrizioni ad esami assortiti, procacciarsi biglietti per festival lirici. La lunga esperienza di disagi ha insegnato a Koris la tecnica del piccione: piazzarsi sulla sporgenza più prossima e aspettare che gli avventori liberino il tavolino, quindi buttarsi sulle briciole senza distinzione, siano esse pezzi di pizza, di pane, di brioche o di cose meno digeribili.

Attrezzata con un’app che le riportava le dosi disponibili minuto per minuti e soprattutto ad orari improbabili della notte, Koris era prontissima per tentare. Poi, colta da un momento di gentilezza perniciosa, ha chiesto a ‘thieu “vuoi che prenoti anche per te?”. Ma ‘thieu non ha vissuto la medesima esperienza di disagi prendere-o-lasciare last minutes ciapa chi ciapa, quindi ha risposto sprezzante “no, lo farò poi con calma in settimana, troverò di certo un momento libero”.

Koris era in macchina sul sedile del passeggero di ritorno dalle Causses giusto ieri quando il telefono ha segnalato “dosi disponibili”. Nonostante la relativa destrezza sullo SmartPhogn, detta anche sindrome delle dita a banana, Koris è riuscita a buttarsi su un appuntamento alle 8:55. Che le è stato rubato da sotto il naso mentre si registrava al sito per appuntamenti medici. Koris ha rimediato prontamente con un nuovo appuntamento alle 9:10 di lunedì. Liscio, semplice, rapido.

Passiamo la parte in cui Koris si fa prendere dagli scrupoli perché doveva lavorare, che non riusciva a prendere una mattina di ferie e che poi alla fine anche stigrandissimicazzi. Quindi si è presentata, con il solito largo Koris-anticipo, in uno dei posti che negli ultimi undici anni marsigliesi non aveva mai bazzicato: lo stadio. Scelta forse non molto logica, ma bisogna pur trovare un modo per convincere i marsigliesi a farsi vaccinare. In un maggio che sembrava più un ottobre inoltrato, con Mistral e nuvole sparse in cielo, Koris ha atteso in fila che un energumeno biascicasse “rendez-vous de 9 heures 10!”. Momento di panico perché Koris si sentiva un po’ un’impostora, con quell’appuntamento smozzicato, ma anche da impostora è passata.

Attesa in fila. Altra attesa in un’altra fila. Nome, scartoffie, carta d’identità. Altra attesa in un’altra fila, mentre il mitico Velodrome si rivela assai deludente, niente più che l’interno di un brutto palazzetto dello sport. Altre scartoffie in cui si domanda se si è proprio convinti, convintissimi di farsi impiantare il 5G o espiantare l’anima o qualunque cosa sia di moda adesso. Riempi il foglio di crocette, va bene tutto, cacciate ‘sta dose che è da quel dì che se ne sente parlare, l’hype è alle stelle. Nel box un’infermiera formato Gimli e gentilissima sbriga la pratica nel tempo che il cervello impiega a formulare il “ehi, la siringa della DTP era più piccola, cos’è quel coso?”. Troppo tardi, hop, fatto: circolare, non c’è niente da vedere, avanti il prossimo.

Un pompiere sbrigativo fa parcheggiare Koris per un quarto d’ora, per sincerarsi che non le crescano tentacoli in mezzo alla fronte o altre amenità del genere. La cosa più eccitante accaduta nel suddetto quarto d’ora è un un refresh compulsivo del sito per trovare una dose per ‘thieu (sforzi vani, arriverà solo nel pomeriggio, quando sembrava persa la speranza, aggiornando la pagina in momento a caso). Ultimo passaggio burocratico: abbiamo già l’appuntamento per la seconda dose? A posto così.

Koris è attualmente un po’ addormentata, non le è chiaro se è colpa del 5G, del genoma modificato, o dell’anima che è fuggita. Per ora la rete continua a funzionare, quindi vaccino e wireless non danno interferenza. Koris non ha ancora provato ad andare a leccare le ringhiere del metrò per vedere se il vaccino funziona, magari aspetterà un paio di settimane e un vaccino contro il tifo in più. E a fine giugno, se tutto va bene, si chiude una parte di questa storiaccia pandemica. Forse Koris poteva aspettare il 15 giugno, giorno ufficiale dell’apertura vaccinale per tutti quanti. Ma diciamocelo, se tanto quella dose finiva buttata via…

Messo il tag:, , , ,

6 thoughts on “Se è per buttarlo via…

  1. un Lich 17 Maggio 2021 alle 15:11 Reply

    Siamo tutti felici che tu ora abbia il 5G, ma siamo anche molto curiosi di sapere alla fine cosa ne sia stato della cantina di Satana dopo quell’opera di ripulitura che ha sovvertito gli equilibri tra Legge e Caos.

    "Mi piace"

    • yaxara 17 Maggio 2021 alle 15:18 Reply

      Come tutte le grandi opere: in stallo. In attesa che il Caos riprenda il suo nero lavoro, indisturbato nelle tenebre.

      "Mi piace"

  2. nimerya 17 Maggio 2021 alle 15:43 Reply

    Benvenuta nel mondo dei portatori di 5G (credo che ora vada di moda che noi vaccinati sputazziamo non so cosa che rende sterili gli altri). Io ho fatto la prima dose il sabato 8 maggio, grazie al mio status di persona a rischio al grido di “tanto ho dei super anticorpi ora non mi becco più niente) e giovedì e venerdì stavo tipo morendo con dolori ovunque (oppure ho preso il covid), non oso immaginare dopo la seconda dose.
    Mio marito, invece, ha approfittato di una specie di falla nel sistema per gli asmatici (sono a rischio? non lo sono ? nemmeno il suo medico lo sapeva e gli ha fatto un certificato sulla fiducia), quindi venerdì ha fatto anche lui la prima dose ed é stato miracolato, roba che é passato dal prendere cortisone e altri medicinali per respirare bene x volte al giorno a zero. Penso che vendero’ il suo corpo alla ricerca, altro che 5G.

    Piace a 1 persona

    • yaxara 17 Maggio 2021 alle 15:54 Reply

      Misteri, qui a Voyager! Comunque Marsiglia in sé è una falla del sistema: io ho giocato (e vinto, incredibile) alla lotteria della chronodose, ma amici di amica sono andati millantando i peggio mali pur essendo sani come pesci, nessuno ha chiesto niente. Comunque ormai potremmo fondare un prestigioso “Club 5G”, tempo cinque anni e la gente si chiederà perché le 5 g…

      Piace a 1 persona

  3. delilahdevore 17 Maggio 2021 alle 20:47 Reply

    Grandissimaaa 🙂

    "Mi piace"

    • yaxara 18 Maggio 2021 alle 05:42 Reply

      Yeah! Ora devo solo ritrovare l’uso di un braccio e poi a posto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: