Cose ingannevoli

Potrebbe essere il grande ritorno dell’isola della Delusione, in questo giugno in cui si scoprono cose di cui tutto sommato Koris avrebbe fatto anche a meno. Un po’ perché giugno sbatte addosso i primi caldi, quest’anno arrivati cosìdebottosenzasenso, ma siccome è un periodo di instabilità meteo, arrivano anche i temporali. Questo fa sì che Koris non sia andata in montagna questo week-end, cosa che nuoce gravemente al suo equilibrio mentale. Inoltre, visto che ogni sera sul sito del meteo compare la nuvoletta col fulmine, Koris va sempre in giro con un abbigliamento psicopatico pronto al caldo torrido e/o al diluvio, anche se poi non diluvia mai, c’è solo tempo umido. La prossima volta Koris vuole nascere mangrovia.

Su Neutronland la situazione umana sorvola la commedia umana. Il Capo dimissionario non si fa vedere, quando si fa vedere cammina a dieci centimetri dal suolo rispondendo “non è un mio problema, parlatene al mio successore”. La Capa è parimenti latitante, dicendo a destra e manca “dovete capirmi, i bambini, il marito che se ne va nel Nord”, giustificazione che la renderà evanescente senza che nessuno dica nulla. Il tizio che ha preso il posto millantato per Koris, colui che doveva avere mirabolanti doti e possederlo lunghissimo (il cv, zozzoni!), si è rivelato essere “da formare perché non conosce molto come vanno le cose sperimentali da queste parti” (però ci ha il pysello, vuoi mettere la competenz… ok, basta mood femminista arrabbiata). In compenso voci di corridoio dicono che messer Ultimo Arrivato si mette subito in lizza per la successione del Capo, quindi magari il posto si libera di nuovo, chi può dirlo. Solo che Koris ha l’impressione di aver già visto il film e per di più le assunzioni sono bloccate fino a fine 2022, quindi di che stiamo a parlare? Vabbè, ci si godrà il Game of Thrones laboratoriale da comparse, anche se le comparse sono sempre quelle che muoiono. Nel mentre non sono ancora apparse spade nella roccia per salvare il regno da guerre e distruzioni (e sotto l’elsa in lettere d’oro c’erano scritte queste parole “sticazzi”, ci sarebbe scritto “sticazzi”), forse non resta che fuggire a Honolulu.

Lo scintillatore ha le paturnie. C’è una remota possibilità che Koris abbia trovato la ragione del ballo del picco del cesio (nuova hit dell’estate, pensiamoci), solo che la soluzione potrebbe non essere facile. I consigli della Capa si sono rivelati disutili. Stagista J misura spettri gamma e ogni tanto si perde a fissare il vuoto, Koris in quei frangenti sente salire nell’animo un Replicante interiore che vorrebbe dire le peggio cose. Di solito riesce a reprimerlo, ma ogni tanto il Replicante interiore scappa al controllo, di solito quando Stagista J si lancia in elucubrazioni troppo ardite.
“Ma immaginiamo che lo spettro gamma diventi…”
“No. Qui non immaginiamo, qui misuriamo e poi traiamo le conclusioni. Smetti di fare delle congetture sul nulla”
Koris si sente molto in colpa per queste sue uscite, ‘thieu dice che è pedagogico.

Sul fronte informatico, il desiderio d Koris per avere un laptop con una scheda grafica che non sia uno sputo di silicio sulla cpu si sta facendo importante. C’è da dire che Blatto ha anche i suoi sei anni, sei anni per un Koris-laptop sono intensi, ed era pure un computer ricondizionato. C’è da dire anche che Koris non ha attualmente un budget da allocare a capricci del genere, nonostante la vocina interiore che dice “oh, senti, l’ultimo laptop nuovo di fabbrica che ci siamo comprati era Trillian nel 2007, un computer nuovo ogni 14 anni possiamo anche permettercelo”. Un vecchio computer di Orso, dotato di una Nvidia di ben 512 megabytes, sembrava utilizzabile come tappabuchi. Tuttavia, recuperato domenica, il povero aggeggio decenne ha esalato il suo ultimo boot ieri sera. Orso, da bravo economista, manda messaggi del calibro “it’s compare un pc time”.

Quindi negli ultimi giorni ci si illude che accadano cose che poi marcano visita, piccole o grandi che siano. Tocca aggrapparsi a quelle che si sperano siano certezze di rivalsa, come il secondo appuntamento fra venti giorni col sergente maggiore Pfizer, capo istruttore per anticorpi Marines anticoviddi.

Ma pure i capi laboratorio, eh.

Messo il tag:, ,

One thought on “Cose ingannevoli

  1. delilahdevore 12 giugno 2021 alle 08:57 Reply

    Rileggo a distanza di qualche giorno e i parallelismi tra la tua situazione lavorativa e la mia mi fan pensare a un sola cosa… Che mestizia!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: