Decisioni difficilissime

Ieri sera poteva essere una serata senza storia come tante, ma Koris ha avuto la pessima idea di andare a cliccare sul sito di Neutronland, colta da non si sa bene quale ispirazione divin-demoniaca. E lì il fattaccio: il posto che le avevano promesso e poi soffiato da sotto il naso, ora è di nuovo disponibile. Bello, sgargiante, a tempo indeterminato, aperto agli esterni come non lo era stato nel 2020. Tutto ciò in seguito a meccaniche laboratoriali alla Game of Stronz di cui non tratteremo in questa sede.

Tratteremo invece di come si sente Koris da ieri sera: fuori di sé per mille ragioni. Perché non è che ora soffra le pene dell’inferno come quando lavorava a Neutroni Porcelloni in qualità di manodopera schiavile, sia chiaro. Però è anche vero è che se n’è andata da Neutronland solo perché le scadeva il contratto in meno di un anno e quando hai superato una certa età il brivido del contrattino è qualcosa che non si vuole più provare. Non ha mai odiato Neutronland, al contrario. Anzi, forse lo ha amato pure troppo, perché veniva dall’inferno e quando vieni dall’inferno tutto sembra anche più bello e colorato. Sì, insomma, quella del lavoro attuale è una scelta di stabilità e di opportunità, non di contenuti. Ci siamo capiti? Forse no, ma pazienza.

Il sentimento immediato è stato il solito “e se poi te ne penti?”. Ovvero, il sacrosanto terrore. Spieghiamoci: Koris ha ancora un mese del fottuto periodo di prova e ha paura che se Capo Giuseppi viene a sapere dei magheggi intestini, la cosa finisca male. E magari Koris si ritrova col cerino in mano perché a Neutronland hanno già trovato un altro baby sitter di sorgenti radioattive. Bisognerebbe prendere il telefono e chiamare gli ex colleghi, ma con che pretesto? Serve un presto? Aiuto, la pandemia ci ha fatto dimenticare come si vive. Nemmeno a dirlo, l’immobilismo è un “e se poi te ne penti?”, ovvero se Capo Giuseppi si rivela insopportabile come ogni tanto sembra poi ci si mangia il fegato vita natural durante per l’occasione sprecata.

Altro sentimento fondamentale: la collera. Perché letteralmente porco cazzo. Perché questa cosa arriva con un pessimo tempismo; se fosse arrivata sei mesi fa sarebbe stato l’ideale. Se fosse arrivata fra sei mesi Koris avrebbe finito il periodo di prova e avrebbe una mente più sgombra per decidere con un’oncia di lucidità in più. Già, perché Koris è stanca morta, vorrebbe solo andarsene una settimana in un eremo in montagna senza dover rendere conto a nessuno, e con nessun si intende proprio nessuno. Perché qualora le cose vadano in porto, sarebbe un altro periodo di prova da sopravvivere, un altro momento di “do tutto per dimostrare che sono degna” (sì, non è l’atteggiamento giusto, lo sappiamo). E ora come ora quel “tutto” è davvero poco.

Altro fattore di collera: porco cazzo, poteva succedere quando era il momento. Il tizio che ha dato origine a tutta questa buriana avrebbe potuto pensarci prima di mandare all’aria i Koris-piani e non solo. Ci si sarebbe risparmiati un sacco di dubbi, di insonnie e di tempo. Forse non era destino, certo. Però porco cazzo lo stesso.

Insomma, Koris è sospesa in questo limbo di indecisione. Un po’ cerca di farsene una ragione, dicendo che alla fine la vita non è così male, che siamo a un passo dalla tanto agognata stabilità e che un lavoro è solo un lavoro, nella vita c’è anche altro. Un po’ si avvinghia al telefono pronta a chiamare l’ex collega M, con già tutta la lettera di motivazione pronta, unica lettera di motivazione che non richiederebbe uno sforzo erculeo per essere scritta.

Con molta probabilità non ne uscirà nulla e Koris vivrà nel dubbio per il resto dei suoi giorni. Però in questo preciso istante il momento è delicato e da maneggiare con cura. Intanto col cazzo che si riesce a vivere tranquilli per una settimana di fila.

The empiest words that there’ll ever be
It could have been me, it could have been me

Messo il tag:, ,

3 thoughts on “Decisioni difficilissime

  1. Secondo me c’e’ anche una % di sindrome dell’impostore che sta facendo il suo gioco. Sai quanto gli costerebbere a Giuseppi rimpiazzarti con un’altra persona per il posto attuale che hai? E’ un profilo altamente ricercato e sono sicura che lo stanno vedendo quanto vali. Se Giuseppi scoprisse i magheggi intestini (e quante probabilita’ ci sono che accada?) Probabilmente quello che ti offrirebbe e’ un aumento di salario per farti rimanere! Poi oh, e’ una opinione esterna, facile commentare dalla mia parte. Perché se fossi nella tua situazione sarei esattamente cagata come te! 🙂

    Piace a 1 persona

    • yaxara 30 gennaio 2022 alle 17:49 Reply

      Ma infatti, assolutamente… però ecco, non si riesce a prendere una decisione lucida.

      "Mi piace"

  2. io boh 1 febbraio 2022 alle 10:01 Reply

    Non sarò di grande aiuto, lo ammetto. È una situazione da mangiarsi le unghie – il fegato, e quello che c’è intorno. Forse venire a conoscenza di più dettagli del contratto aiuterebbe? Fai ‘sta telefonata per tutti noi!

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: