It’s been a long road

E venne la data che a settembre pareva così distante, ovvero il primo marzo con la fine del fottutto fottutissimo periodo di prova. Koris ha passato gli ultimi giorni di febbraio a ripetersi “Capo Giuseppi non sarà così psicopatico da aspettare proprio l’ultimo giorno per cacciarmi, non avrebbe senso”. Solo che la psicologia di Capo Giuseppi è di difficile inquadramento, quindi avrebbe anche potuto mostrare un lato sadico. E in questi anni ormai anche l’improbabile diventa possibile, what a time to be a live, si stava meglio quando si stava fra i trilobiti.

Prima del colloquio su “cosa voglio fare di te”, Collega Mediterranea ha spifferato che Capo Giuseppi ne stava combinando una delle sue, quindi Koris è partita armata delle peggiori intenzioni perché già c’è tensione a livello internazionale, la diplomazia non è proprio un’opzione. Capo Giuseppi tuttavia è disorganizzato ma non sadico, quindi ha ribadito che vuole tenersi Koris dicendo cose per lo più lusinghiere e giustificandosi che è un periodo complicato, si naviga a vista. “Facciamo che sarà un anno di formazione” ha concluso. Koris ha rivendicato per la prima volta una locuzione fino ad oggi di oscuro significato, ovvero una “prospettiva di carriera”. Ha lasciato l’ufficio del sancta sanctorum di un umore non proprio ottimo, quindi ha ricominciato a pistolare potenze radioattive residue.

La consapevolezza è arrivata tutta assieme, mentre Koris calcolava l’emissione alfa del curio: il periodo di prova è finito, Koris ce l’ha fatta. Anzi, di più, è l’obiettivo del Risiko raggiunto dopo anni di tirare la cinghia. E questa volta non è un ripiego, perché su quel foglio di conferma di incarico Capo Giuseppi ha scritto “ingénieur-chercheur en physique des réacteurs”. Koris adesso può davvero dire “sono un fisico”, come voleva da quando si è iscritta nel 2005. E non è un ripiego e soprattutto non è più un “per adesso”.

Non è soltanto “alla faccia di”, per quanto ce ne sarebbe un discreto elenco, come nei ringraziamenti della magistrale. Alla faccia del Replicante e dei suoi “non hai senso critico e sei approssimativa, non andrai da nessuna parte” o “tanto ci sarà sempre un candidato migliore di te da scegliere”. Alla faccia dei Cojones che dissero “si vede che non ti impegni e non hai voglia di lavorare”. Ma è anche una questione di qualità della vita, del non sentire più il countdown del contratto che finisce, delle notizie sui blocchi delle assunzioni, dei timori notturni di dover mollare tutta la vita qui e doversi stabilire in posti assurdi per inseguire un lavoro. La fine delle pressioni assurde, come “io ti licenzio quando voglio, basta pagare” o “se non lo fai tu, troverò qualcun altro che lo farà al tuo posto”, perché far parte di un ente di ricerca serio non è solo prestigio, è anche un minimo di protezione contro coglionate del genere. Non è più l’ansia di dover tornare in un’azienda di truffatori o lavorare come manodopera schiavile a Neutroni Porcelloni.

Sia chiaro, non è che adesso diventa tutto rose e fiori, la cacca profuma di vaniglia e Capo Giuseppi si trasforma in leader carismatico e organizzato. Tuttavia è saltato un tappo di pensieri non sempre edificanti, di compromessi impervi e di preoccupazioni che durava da anni e anni; è un passo avanti sulla strada di una serenità che, per quanto in bilico nel mare tumultuoso della vita, oggi sembra un po’ più vicina.

It’s been a long road getting from there to here…

P.S. Siccome Koris prospera nel caos e adora andare a mettere il culo nelle pedate, da domani architetterà bislacchi piani da Willy il Coyote per tornare a Neutronland o per farsi trasferire in un altro laboratorio. Magari se le troviamo un passatempo si dimentica.

Messo il tag:, , ,

4 thoughts on “It’s been a long road

  1. scienziatimatti 1 marzo 2022 alle 22:31 Reply

    Complimenti! Anche a me è successo da poco e, nonostante i problemi restino, come fai notare giustamente, non avere più l’ansia di procacciarsi una fonte di stipendio ogni tot mesi è una cosa fantastica 🙂

    Piace a 1 persona

  2. nimerya 2 marzo 2022 alle 19:57 Reply

    Complimenti! Goditi qualche giorno l’assenza d’ansia della fine contratto, prima di elaborare piani arzigogolati 😀

    Piace a 2 people

    • yaxara 7 marzo 2022 alle 17:24 Reply

      Grazie! Infatti mi sto godendo questa tranquillità!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: