Archivi tag: audiobook

Quei post un po’ così

Koris si era ripromessa di fare un post carino e speleologico per dimostrare (e dimostrarsi) che la sua vita non è solo una sequenza di cose che non funzionano o documenti da rifare. Poi s’è dimenticata. Come s’è dimenticata di comprare il nuovo lettore cd a Blatto il computer brutto. Come s’è dimenticata di tante piccole cose, che se non avesse segnato in agenda quando tocca cambiare le lenzuola si scorderebbe pure quello, nonostante scarafaggi e bagoni a ricordarglielo (ciao, Amperodattilo, sì, è tutto vunciume).

Koris voleva giurare solenemmente di non parlare più di lavoro, ma se togliamo il lavoro togliamo undici ore delle Koris-giornate. Quindi boh, di che parliamo, di cosa si fa da mangiare stasera? Più che un blog di cucina sarebbe una poesia ermetica sulla desolazione dell’animo umano, ma soprattutto del frigorifero quando nessuno ha le palle di fare la spesa.

Koris vorrebbe almeno finire l’ultimo dungeon del primo livello di Diablo II, ma non ci riesce perché è scarsa. Quindi gioca per mezz’ora a The Sims e ne esce stressata perché di casini ce n’è già abbastanza nella vita reale, toglietevi dalle palle omini isterici a cui bisogna dire anche di andare al cesso, se no si pisciano sotto. Che pare di stare al lavoro.

And there it goes again. Ma riassumeremo il tutto con “ciclo dell’eterno ritorno, soprattutto delle rotture di cazzo” e la Koris-voglia di urlare a tutti “siete dei pusillanimi”. Perché ci sono decisioni da prendere e nessuno vuole trovarsi fra le mani la patata bollente. E no, non può nemmeno uscirne un soft porno con temtatiche di criptoomosessualità e ninfomania. Vita infame.

La cosa un po’ meno infame è la scoperta degli audiolibri di Wheel of Time, alias La Ruota del Tempo, che ultimamene allietano rendono meno infami i Koris-tragitti in macchina, col bonus di portarsi avanti con una saga difficile da leggere per via dei momenti morti. In macchina si vive un momento morto nel momento morto, per la contraddizione diventa un momento vivo. In cui si insulta il personaggio di turno di essere la protesi della sua stessa minchia, di solito.

Koris ieri sera si è trovata a pensare che mancano un po’ più di due mesi alle vacanze natalizie e che potrà approfittarne per non fare assolutamente niente di produttivo. Da ciò si deduce che la Koris-vita ha un urgente bisogno di un restyling.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: