Archivi tag: post motivazionali

Chi ben comincia?

Non Koris, le cui performance di questo 2021 continuano nel solco dell’affatto rimpianto 2020. Ma del resto il pianeta continua a rotolare sulla sua orbita come se non ci fosse un domani e se non ci fosse stato ieri, i cambiamenti con la bacchetta magica non sono disponibili da un bel po’. Anche se sarebbero piuttosto comodi.

Koris sa che il coviddi, la pandemia, i pipistrelli untori, i commenti di feisbuc e gli esperti in virologia laureati alla Google University OnTheCesso sono colpa sua e del suo post dell’anno scorso in cui proclamava di avere una vita quasi normale. Ormai siamo oltre il livello dell’Amperodattilo per cui “chi si loda, si imbroda”, qui quando una cosa va bene bisogna evitare di parlarne a tutti i costi, hai visto mai che il Grande Cetriolo Cosmico sia in ascolto. Già, era da un po’ che non lo si nominava, ma pare sia in grande spolvero.

Morfeo è di nuovo latitante. Se la notte di capodanno si poteva dare la colpa alla discoteca casalinga messa su dai dirimpettai, nelle altre notti disponibili Koris ha fissato il soffitto mentre le sue gambe improvvisavano pruriti assortiti o movimenti più che percettibili. Il Koris-cervello ha di nuovo perso lo script sleep.bin, per cui si è scordato come ci si addormenta. L’esperienza passata insegna che il miglior modo per farlo riprendere è far cessare la situazione di stress, ma sembra che la cosa non dipenda dalla Koris-volontà. Un’altra soluzione ha a che fare con profondità sotterranee notevoli e notti insonni, tuttavia pare che per ragioni di coprifuoco non siano percorribili.

Nel mentre la grotta langue, le prospettive dell’andare in grotta sono LOL. Si va finché si può, poi… poi boh. Andare a fare fondo, nonostante la neve, è divenuto problematico per via di coprifuochi assortiti in posti sbagliati. E per l’assenza dei Koris-sci, che non sono facilmente trovabili, a meno di amputarsi un piede e mandarli ai negozi online chiedendo “guardate un po’ se entra meglio in un 36 o in un 35”. Solo che con un piede amputato lo sci di fondo potrebbe essere difficile.

Il problema immediato di Koris è trovare qualcosa da scrivere per la presentazione di domani (Koris convintissima che fosse oggi, ma vabbè) e che risponda alla domanda “cosa hai trovato di positivo in laboratorio nel 2020?”. La risposta giusta, in ogni possibile caso, è NIENTE. Un’altra risposta giusta è “che domanda cringe”, ma potrebbe non essere apprezzata. Vista la cronica mancanza di idee costruttive e l’abbondanza di idee distruttive, Koris cercherà la risposta su InspiroBot, che come dicono i Francesi “le hasard fait bien les choses”. Sperando che vengano giorni migliori ma non credendoci molto.

A posto così, grazie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: