Notizia Maior

La notizia maior è che io non ce la faccio ufficialmente più. Mi pare di essere un operaio dell’ENEL che lavora in attesa della pensione, con la differenza che pensione col cavolo, fra un anno sono fuori di qui con un calcio in culo e, mi pare, poco altro in mano.
Ogni notizia ha il sapore di una notizia cattiva ed è a tramutarsi in tale in un batter d’occhio. Ogni questione ha un risvolto negativo e non vedo che quello. “Vedrai che sarà un’avventura bellissima” mi ha detto Sophia su Skype qualche giorno fa. Io non riescco a pensare che a quante cose possono andare male, verosimilmente per colpa mia, e a trovarmi preparata quando succederà. Vivo nel peggio futuro e nessuno pare vederlo, pertanto nella migliore delle ipotesi vengo presa per matta. Nella peggiore per stronza, ma quello ci sono abituata dai tre anni in poi.
Qualunque cosa io faccia è sempre in qualche modo incompleta, sbagliata, a mala pena tollerabile. Mi sento uno di quegli alunni che studiano per settimane solo per strappare un 5/6. E questo non al lavoro, nella vita in genere.
Arrampico da schifo. Da mettere il primo rinvio, salire fino lì e poi scendere perché tanto a che serve? In cima non ci arriverò mai. Tanto vale che non faccia perdere tempo agli altri. E mi domando che mi sono comprata la corda a fare, se non fosse che all’epoca in cima arrivavo eccome. L’unica cosa che ancora mi riesce è andare in bici e alla bici è saltato il freno. Devo prenderlo come un segno di smetterla lì, prima non essere più nemmeno capace a salire in sella?
Ogni progetto mi schiaccia con i suoi rovesci. Vivo in una totale staticità e se mi muovo il fallimento è dietro l’angolo. Da una parte ho solo voglia che tutto questo finisca.
Io non sono così. O almeno mi piaceva pensarlo. Non ho mai avuto fiducia in me stessa e a ragione, ma almeno avevo la forza di reagire. Ora non so dove sia, nemmeno per andare a buttare la spazzatura.
Io non voglio essere questo.

9 thoughts on “Notizia Maior

  1. BelleRoseDuPrintemps 6 settembre 2012 alle 10:08 Reply

    Questa non è la Koris che “conosco”. Questa è la Koris in piena sindrome premestruale che vede tutto nero (e fra poco vedrà rosso).
    Di solito il cioccolato risolve tante cose: potrebbe renderti più dolce questo dottorato che vedi senza uscita, potrebbe darti zuccheri per arrivare in cima alla via, potrebbe metterti abbastanza di buon umore per riparare il freno della bici senza tirar giù tutto il pantheon di ogni religione esistente (o almeno darti l’energia per portarla da un ciclista).
    Magari mi manderai al diavolo, però intanto un abbraccione virtuale non te lo toglie nessuno.

    "Mi piace"

    • Yaxara 6 settembre 2012 alle 10:56 Reply

      E’ una settimana che vivo di cioccolato, volesse il cielo che (traducibile chiaramente con l’ottativo, e quando esce il greco antico so’ cazzi) fosse PMS. Pero’ apprezzo l’abbraccio 🙂

      "Mi piace"

  2. mezzastrega 6 settembre 2012 alle 16:05 Reply

    che fai molli?
    non è accettabile per un fisico
    e tantomeno per quella a cui intendevo chiedere lumi sull’acquisto del prossimo pc!

    Dai su, pensa positivo pensa positivo pensa positivo
    devi ripetere come un mantra che si figa e andrà tutto bene

    e così sarà

    parola di strega

    "Mi piace"

    • Yaxara 6 settembre 2012 alle 17:32 Reply

      No, no, non mollo, sicuramente non mollo il dottorato. 🙂

      "Mi piace"

  3. Henry Triplette 6 settembre 2012 alle 23:29 Reply

    Ehi! Smettila di essere triste e ricomincia ad essere la fisica superfiga che tutti noi apprezziamo.

    Ok. Sono negato come motivatore, o anche come semplice fluffer dell’ego.
    Va bene lo sfogo Yax. Va bene il vomitare fuori un sacco di bile e pezzettini di nervosismo. Va bene e fa bene.

    Chiuditi in cucina e svuota vaschette di gelato. Rimani al buio ad ascoltare il peggio dello slowcore norvegese. Mordi e prendi a calci mobili e persone. Fai quel cavolo che ti va di fare, fosse anche fissare il vuoto ascoltando la radiazione di fondo dell’Universo per giorni interi. E tutto questo va bene. Perchè semplicemente non sei donna capace di rimanere in fondo alla china con il capo chino a lungo.

    E’ nella tua natura. Che piaccia o meno.
    E buttarsi giù ogni tanto aiuta più di cento vittorie.

    H.T.

    [E poi hai un blog in WP. E questo ti rende automaticamente una brava persona. u,u ]

    "Mi piace"

    • Yaxara 7 settembre 2012 alle 06:56 Reply

      Ho paura a cercare su iutubbe lo slowcore norvegese, davvero. Quanto ai mobili, sono dell’agenzia, se li mordo va a finire che si tengono la cauzione (bastardi!). Quindi andro’ a Noailles a prendere a calci la gente, tanto dopo una cert’ora a Marsiglia lasciano le bocce per le sparatorie, quindi non mi si noterebbe nemmeno.
      Il giorno che inventeranno un push-up per l’autostima ne comprero’ a tonnellate, promesso.

      "Mi piace"

  4. Viola 8 settembre 2012 alle 09:22 Reply

    sì, sì, sì. per me è colpa di bacco

    "Mi piace"

    • Yaxara 9 settembre 2012 alle 13:27 Reply

      No, no, conosco la causa. Ora non c’è che da sradicarla.

      "Mi piace"

      • Viola 10 settembre 2012 alle 18:55

        fino alla radice!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: